USA: PIL primo trimestre rivisto al ribasso, +1,9%

Il dato è leggermente inferiore alle previsioni degli economisti.

CONDIVIDI
Il Dipartimento del Commercio ha appena comunicato di aver rivisto al ribasso la sua stima sul PIL degli USA nel primo trimestre del 2012 da +2,2% a +1,9%. Gli economisti avevano atteso una revisione poco più contenuta, al +2%. Nel quarto trimestre del 2011 il PIL statunitense era cresciuto del 3%.
Le spese per consumi sono aumentate lo scorso trimestre del 2,7%. La stima preliminare aveva indicato +2,9%. La revisione del dato sul PIL è stata inoltre dovuta al minore aumento delle scorte di magazzino, al maggiore deficit commerciale e alla debolezza delle spese da parte del settore pubblico. Un altro fattore negativo è stata la revisione al ribasso della crescita degli stipendi e dei salari.
Il PCE core, l'indicatore più seguito dalla Federal Reserve per monitorare l'inflazione, è stato confermato a +2,1% contro il +1,3% del quarto trimestre 2011. La banca centrale statunitense tollera, non ufficialmente, una crescita dell'inflazione su base annua tra l'1% ed il 2%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro