Wall Street affonda nel finale di seduta

Il Dow Jones ha perso l'1,1%, l'S&P 500 l'1,7% e il Nasdaq Composite l'1,5%.

CONDIVIDI
I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in forte calo. Il Dow Jones ha perso l'1,1%, l'S&P 500 l'1,7% e il Nasdaq Composite l'1,5%. Verso la fine delle contrattazioni Wall Street ha accelerato al ribasso. Eric Holder, il Procuratore Generale degli Stati Uniti, ha dichiarato che le autorità federali stanno indagando sull'esplosione che ha causato la catastrofe naturale nel Golfo del Messico. Secondo quanto riporta inoltre l'agenzia stampa AFP l'artiglieria libanese avrebbe sparato ad un aereo di guerra israeliano che sorvolava il territorio del Libano. Queste due ultime notizie hanno fatto aumentare ulteriormente il nervosismo sul mercato. Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa della crisi del debito sovrano in Europa. Oggi è circolata più volte la voce che anche la Francia possa perdere la tripla A. L'euro ha toccato in mattinata un nuovo minimo degli ultimi quattro anni prima di recuperare nel pomeriggio, probabilmente grazie ad un intervento congiunto di alcune banche centrali. I positivi dati arrivati dal fronte macroeconomico hanno potuto sostenere Wall Street solo brevemente. L'indice ISM manifatturiero è calato lo scorso mese meno di quanto atteso dagli economisti, le spese per costruzioni hanno registrato inoltre a sorpresa una forte crescita ad aprile.
Tra i petroliferi Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso il 2% ConocoPhillips (US20825C1045) il 3% e Chevron (US1667641005) il 2,1%. Il prezzo del petrolio ha perso oggi a New York l'1,9%.
I titoli del settore dei servizi per l'industria petrolifera sono stati sommersi da una pioggia di vendite. Anadarko (US0325111070) ha perso il 19,6%, Baker Hughes (US0572241075) il 6%, Diamond Offshore (US25271C1027) il 7,3%, Halliburton (US4062161017) il 14,8%, Schlumberger (AN8068571086) il 7,8% e Transocean (KYG900781090) l'11,9%. L'operazione "Top Kill" con cui BP (GB0007980591) intendeva chiudere la falla che ha causato la marea nera nel Golfo del Messico è fallita. Il titolo del gruppo britannico ha perso al NYMEX il 15%.
Tra i minerari Alcoa (US0138171014) ha perso il 3,9%, Freeport McMoRan (US35671D8570) il 5,1% e Southern Copper (US84265V1052) il 5,3%. I prezzi dei metalli di base sono calati oggi sia a Londra che a New York dopo che si appreso che l'attività manifatturiera ha rallentato lo scorso mese in Cina più di quanto previsto dagli analisti.
Gli acquisti si sono concentrati sui titoli a carattere difensivo. Johnson & Johnson (US4781601046) ha guadagnato lo 0,8%, Wal-Mart (US9311421039) lo 0,7% e Kraft Foods (US50075N1046) l'1,1%.
Apple
(US0378331005) ha guadagnato l'1,5%. L'impresa della mela ha annunciato ieri di aver già venduto più di due milioni di unità dell'iPad.
RadioShack (US7504381036) ha chiuso in rialzo del 2,8%. Secondo il "New York Post" il fondo di private equity Blackstone (US09253U1088) potrebbe fare un'offerta per la catena di negozi di elettronica di consumo.
Tenet Healthcare (US88033G1004) ha perso il 17,5%. L'operatore di ospedali ha annunciato che potrebbe rilevare l'australiana Healthscope (AU000000HSP8).

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption