Wall Street chiude contrastata, Dow Jones -0,4%, Nasdaq +0,2%

Male i titoli dei produttori di materie prime. Bene Bank of America. Crolla Sprint Nextel, vola Broadcom.

CONDIVIDI
I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi contrastati. Il Dow Jones ha perso lo 0,4% e l'S&P 500 lo 0,3%, il Nasdaq Composite ha guadagnato lo 0,2%. Su Wall Street ha pesato l'aumento dell'incertezza sulla politica monetaria della Fed. Secondo quanto riporta il "Wall Street Journal" l'allentamento quantitativo della Banca Centrale degli USA sarà meno aggressivo di quanto si attenda il mercato. La notizia ha rafforzato il dollaro. Sulle commodities si è scatenata di conseguenza una pioggia di vendite. Nel settore minerario Barrick Gold (CA0679011084) ha perso il 2,2%, Freeport McMoRan (US35671D8570) il 2,8%, Newmont Mining (US6516391066) l'1,8% e Coeur d'Alene (US1921081089) l'1,9%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi a New York in ribasso dell'1,2% quello dell'argento dell'1,8% e quello del rame del 2,4%. Tra i petroliferi Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso l'1,3%, Chevron (US1667641005) l'1% e ConocoPhillips (US20825C1045) l'1,2%. Il prezzo del petrolio ha perso oggi lo 0,7%.
Tra i ciclici Caterpillar (US1491231015) ha perso lo 0,6%, General Electric (US3696041033) lo 0,3% e 3M (US88579Y1010) lo 0,1%. Gli ordini di beni durevoli sono calati a settembre, escludendo il settore dei trasporti, dello 0,8%. Gli esperti avevano atteso una crescita dello 0,2%.
Bank of America (US0605051046) ha guadagnato il 2,1%. Standpoint Research ha alzato il suo rating sul titolo della banca statunitense a "Buy" (Bank of America: Un broker corre in aiuto del titolo).
Procter & Gamble (US7427181091) ha chiuso in rialzo dello 0,4%. Il primo produttore al mondo di beni di consumo ha pubblicato una trimestrale che ha corrisposto in gran parte alle attese di Wall Street (Procter & Gamble: Utile primo trimestre -6,8%, ricavi +2%).
Comcast
(US20030N2009)
ha guadagnato il 3,2%. Il primo operatore di TV via cavo degli USA ha generato nel terzo trimestre un utile operativo di $0,32 per azione. Il consensus era di $0,30 per azione.
Sprint Nextel (US8520611000) ha chiuso in ribasso del 9,9%. L'operatore di telefonia mobile ha aumentato lo scorso trimestre la sua perdita a $911 milioni pari a $0,30 per azione. Gli analisti avevano atteso una perdita di $0,28 per azione.
Whirlpool (US9633201069) ha perso il 4,1%. Il primo produttore al mondo di elettrodomestici ha tagliato le sue stime sulla crescita dell'intera settore statunitense nel 2010.
International Paper
(US4601461035)
ha guadagnato il 4,5%. Il leader mondiale dell'industria cartaria ha generato lo scorso trimestre un utile per azione di $0,91. Il consensus era di $0,790 per azione.
Broadcom
(US1113201073) ha chiuso in rialzo dell'11,7%. Il produttore di semiconduttori ha triplicato nel terzo trimestre il suo utile e indicato di prevedere per il corrente trimestre ricavi di $1,8 - $1,9 miliardi. Gli analisti avevano atteso $1,75 miliardi.
Motorola (US6200761095) ha guadagnato il 2,9%. MKM Partners ha alzato il suo rating sul titolo del primo produttore statunitense di cellulari da "Neutral" a "Buy".
McKesson (US58155Q1031) ha guadagnato il 5,6%. Il distribuitore di farmaci ha annunciato un programma di buy-back da $1 miliardo e confermato le sue stime per l'intero esercizio.
DeVry (US2518931033) ha guadagnato il 7%. L'impresa impegnata nei servizi di educazione scolastica privata ha generato nel suo primo trimestre fiscale un utile per azione di $1,03. Il consensus era di $0,96 per azione.
RF Micro Devices (US7499411004) ha guadagnato il 15,2%. L'impresa impegnata nella produzione di chip usati nell'industria dell'elettronica senza fili ha pubblicato una trimestrale che ha superato nettamente le attese degli analisti. Morgan Keegan ha alzato oggi il suo target price per il titolo a $8,50.
Amylin Pharmaceuticals (US0323461089) ha guadagnato il 10,1%. Leerink Swann & Co. ha promosso oggi il titolo dell'impresa biotech da "Market perform" ad "Outperform".
F5 Networks (US3156161024) ha chiuso in rialzo del 14,7%. L'impresa impegnata nelle soluzioni per l'ottimizzazione del traffico e dei contenuti su Internet ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese degli analisti ed annunciato che riacquisterà propri titoli per $200 milioni.
Silicon Image (US82705T1025) ha chiuso in rialzo del 35,8%. L'impresa impegnata nel design di chip che trasmettono segnali televisivi ha generato nel terzo trimestre, su base adjusted, un utile di $0,18 per azione. Gli analisti avevano atteso solamente $0,05 per azione.
Equinix (US29444U5020) ha guadagnato l'8,4%. L'operatore di data center ha alzato le sue stime sul corrente esercizio.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption