Wall Street chiude in forte ribasso su timori Cina

Il Dow Jones ha perso lo 0,8%, l'S&P 500 l'1,2% e il Nasdaq Composite l'1,5%.

CONDIVIDI
I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso anche oggi in netto ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,8%, l'S&P 500 l'1,2% e il Nasdaq Composite l'1,5%. Durante l'intera settimana il Dow Jones ha perso il 2,2%, l'S&P 500 il 2,2% e il Nasdaq Composite il 2,4%.
Il mercato teme che la Cina possa alzare di nuovo i suoi tassi d'interesse dopo il forte aumento dell'inflazione ad ottobre. Secondo quanto riporta la stampa cinese Pechino avrebbe già deciso, per frenare i flussi di capitale, di proibire alle società straniere di acquistare immobili. Gli investitori continuano ad essere inoltre preoccupati a causa della situazione dell'Irlanda. Oggi è circolata più volte la voce che l'UE stia preparando un piano di salvataggio di Dublino. Il forte aumento del nervosismo a Wall Street si è rispecchiato nel VIX, l'indice della volatilità, che è aumentato di più del 10%.
I titoli dei produttori di materie prime hanno guidato la lista dei ribassi. Tra i minerari Alcoa (US0138171014) ha perso il 2,3%, Barrick Gold (CA0679011084) il 2,2%, Freeport McMoRan (US35671D8570) il 3,8%, Newmont Mining (US6516391066) il 2,3% e Coeur d'Alene (US1921081089) il 6,7%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in ribasso del 2,7% quello dell'argento del 5,3 e quello del rame del 3,2%. Tra i petroliferi Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso l'1,6%, Chevron (US1667641005) lo 0,8% e ConocoPhillips (US20825C1045) lo 0,8%. Il prezzo del petrolio ha perso oggi il 3,3%.
Boeing (US0970231058) ha perso il 3,5%. Sanford C. Bernstein ha tagliato oggi il suo rating sul titolo del leader mondiale dell'industria aeronautica da "Outperform" a "Market perform" (Boeing: Bernstein taglia il rating a Market perform).
Intel
(US4581401001)
ha guadagnato l'1,5%. Il leader mondiale dei semiconduttori ha annunciato un aumento del suo dividendo (Intel aumenta il dividendo del 15%).
Walt Disney
(US2546871060) ha guadagnato il 5,1%. L'impresa di Topolino ha annunciato una trimestrale al di sotto delle attese degli analisti ma fornito un positivo outlook ed indicato di voler aumentare i pagamenti di contanti agli azionisti.
Nvidia
(US67066G1040) ha guadagnato il 5,2%. Il produttore di chip grafici prevede per il corrente trimestre ricavi di $869,2 - $886,2 milioni. Gli analisti avevano previsto $866 milioni.
J.C. Penney (US7081601061) ha perso il 3,4%. La terza catena statunitense di grandi magazzini ha aumentato lo scorso trimestre i suoi ricavi meno di quanto atteso dagli analisti.
Agilent Technologies
(US00846U1016) ha guadagnato l'1,8% Il leader mondiale degli strumenti per analisi di laboratorio ha generato nel suo quarto trimestre fiscale un utile operativo di $0,65 per azione. Il consensus era $0,60 per azione.
D.R. Horton (US23331A1097) ha perso il 5,4%. Il primo costruttore edile degli USA ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese degli analisti, il suo CEO ha però indicato che sarà molto difficile raggiungere un risultato positivo per il corrente esercizio.
Dillard's (US2540671011) ha chiuso in rialzo del 9,7%. La catena di grandi magazzini ha generato lo scorso trimestre un utile di $0,22 per azione. Gli analisti avevano previsto solamente $0,05 per azione.
Microsemi (US5951371005) ha guadagnato l'8,7%. Il produttore di semiconduttori prevede per il corrente trimestre ricavi di $180 - $186 milioni. Gli analisti avevano atteso $152 milioni.
Finisar (US31787A5074) ha guadagnato l'8,1%. Il fornitore di sistemi a fibra ottica si attende per il corrente trimestre ricavi di $247 - $262 milioni. Il consensus era di $231,5 milioni.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption