Wall Street chiude in ribasso, crolla Alcoa

Un laptop mostra un grafico

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,3%, l’S&P 500 lo 0,9% e il Nasdaq Composite l’1,3%.

Dal fronte societario è arrivata una lunga serie di notizie negative. A pesare su Wall Street è stata inoltre la decisione della Banca Centrale Cinese di aumentare di 50 punti base il quoziente delle riserve obbligatorie richieste alle banche. La misura segnala che il colosso asiatico potrebbe alzare i suoi tassi d’interesse già nella prima metà di quest’anno.

Alcoa
(US0138171014)
è crollato dell’11,1%. Il gigante dell’alluminio ha generato lo scorso trimestre un utile operativo chiaramente inferiore alle stime degli analisti (per ulteriori dettagli clicca qui).

Chevron (US1667641005) ha perso lo 0,6%. La seconda impresa petrolifera statunitense ha avvertito di attendersi per il quarto trimestre del 2009 un declino del suo utile rispetto al trimestre precedente (per ulteriori dettagli clicca qui).

Electronic Arts (US2855121099) ha chiuso ribasso del 7,8%. Il leader dei videogiochi ha tagliato le stime sui suoi utili per il suo corrente esercizio fiscale che termina alla fine del prossimo marzo.

Aetna (US00817Y1082) ha chiuso in calo del 6,5%. L’impresa impegnata nell’assicurazione sanitaria ha lanciato un profit warning per il 2010.

Tra i bancari Bank of America (US0605051046) ha perso il 3,4%, J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005) il 2,3%, Wells Fargo (US9497461015) il 2,5% e Citigroup (US1729671016) il 3%. Secondo quanto riportano diverse fonti il Presidente degli USA Barack Obama avrebbe l’intenzione di introdurre un’imposta sui servizi finanziari per recuperare una parte dei soldi statali persi nell’ambito dell’applicazione del TARP.

Nel settore dei semiconduttori Texas Instruments (US8825081040) ha perso il 4,2%, Intel (US4581401001) l’1,6% e AMD (US0079031078) il 5,4%. J.P. Morgan e Bank of America hanno espresso oggi prudenza sulle ulteriori prospettive dei produttori di chip (per ulteriori dettagli clicca qui).

Procter & Gamble (US7427181091) ha chiuso in rialzo dell’1,2%. Bank of America ha promosso oggi il titolo del primo produttore al mondo di beni di consumo a “Buy”.

Kraft Foods (US50075N1046) ha guadagnato l’1,7%. Secondo quanto riportano diverse fonti Ferrero avrebbe rinunciato a fare una controfferta per Cadbury (GB00B2PF6M70).

American Express (US0258161092) ha guadagnato l’1,2%. Calyon Securities ha alzato oggi il suo rating sul titolo del gigante delle carte di credito da “Outperform” a “Buy”.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Americana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.