eToro

Wall Street chiude sui massimi, pioggia d'acquisti sulle commodities

Il Dow Jones ha guadagnato l'1,2%, l'S&P 500 l'1,4% e il Nasdaq Composite l'1,1%. Molto bene i semiconduttori. Male controtendenza Amazon.

Dopo due sedute negative di fila i principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in forte rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,2%, l'S&P 500 l'1,4% e il Nasdaq Composite l'1,1%.
L'indice ISM manifatturiero è salito lo scorso mese negli USA ai suoi più alti livelli dall'agosto del 2004. La notizia ha cancellato, almeno per oggi, i dubbi di Wall Street sulla sostenibilità della ripresa dell'economia. Tra i ciclici Alcoa (US0138171014) ha guadagnato il 5%, Caterpillar (US1491231015) l'1,3%, International Paper (US4601461035) il 4,3% e U.S. Steel (US9129091081) il 6,5%.
A mettere di buon umore gli investitori è stata oggi anche la solida trimestrale di Exxon Mobil (US30231G1022). Il primo produttore al mondo di petrolio ha generato lo scorso trimestre un utile per azione di $1,27. Gli analisti avevano atteso in media solamente $1,19 per azione. Il titolo ha chiuso in rialzo del 2,7%. Tra gli altri titoli del settore Chevron (US1667641005) ha guadagnato il 2%, ConocoPhillips (US20825C1045) il 2,2% e Marathon Oil (US5658491064) il 2,8%. Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi a New York in rialzo del 2,1%.
Tra i minerari Barrick Gold (CA0679011084) ha guadagnato il 4,8%, Freeport McMoRan (US35671D8570) il 7,4% e Coeur d'Alene (US1921081089) l'8,2%. Il prezzo dell'oro ha guadagnato oggi al NYMEX l'1,9% e quello del rame lo 0,9%.
Nel settore dei semiconduttori Intel (US4581401001) ha chiuso in rialzo dell'1,1%, AMD (US0079031078) del 7%, Nvidia (US67066G1040) del 7,7% e Texas Instruments (US8825081040) del 2,4%. Le vendite di chip sono calate lo scorso anno a livello mondiale meno di quanto atteso dal'associazione settoriale SIA. JMP ha inoltre promosso AMD ad "Outperform" (per ulteriori dettagli clicca qui).
Nel settore retail Macy's (US55616P1049) ha perso lo 0,1% e Target (US87612E1064) lo 0,4%. Le spese per consumi sono aumentate a dicembre negli USA di solo lo 0,2%.
Amazon (US0231351067) ha perso il 5,2%. Il leader mondiale del commercio elettronico ha ceduto alle richieste di Macmillan relative ad un aumento dei prezzi dei suoi libri digitali (per ulteriori dettagli clicca qui).
Time Warner
(US8873171057)
ha guadagnato il 2,2%. Benchmark ha alzato il suo rating sul titolo del colosso dei media a "Buy" e fissato un target sul prezzo a $35.
Gannett (US3647301015) ha perso il 7%. Il primo editore statunitense di quotidiani ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese del mercato ma fornito un cauto outlook.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X