Wall Street: Chiusura in forte calo, delude il rapporto sull'occupazione

Il Dow Jones ha perso l'1%, l'S&P 500 lo 0,9% e il Nasdaq Composite l'1,3%.

CONDIVIDI
I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in forte calo. Il Dow Jones ha perso l'1%, l'S&P 500 lo 0,9% e il Nasdaq Composite l'1,3%. Durante l'intera settimana il Dow Jones ha perso lo 0,8% e l'S&P 500 lo 0,6%, il Nasdaq Composite ha guadagnato lo 0,1%.
Gli USA hanno creato a giugno meno posti di lavoro di quanto atteso dagli economisti. La notizia ha confermato che la ripresa dell'economia statunitense sta rallentando. Su Wall Street hanno pesato inoltre i timori legati alla crisi in Europa. Jutta Urpilainen, il ministro delle finanze della Finlandia, ha dichiarato oggi che il suo Paese preferisce lasciare l'euro alla prospettiva di pagare i debiti dei partner europei. I rendimenti dei titoli decennali spagnoli sono tornati al di sopra del 7%. Il superamento di questa soglia aveva costretto Grecia, Irlanda e Portogallo a chiedere un piano di salvataggio.
Le vendite hanno colpito quasi tutti i settori. Nel settore bancario Bank of America (US0605051046) ha perso il 2,1% e J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005) l'1,4%. Nel settore industriale Caterpillar (US1491231015) ha perso il 2,5% e General Electric (US3696041033) l'1,6%. Nel settore high-tech Hewlett-Packard (US4282361033) ha perso il 3,5% e IBM (US4592001014) il 2%. Nel settore petrolifero Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso lo 0,9% e Chevron (US1667641005) lo 0,9%. Il prezzo del petrolio ha perso oggi a New York il 3,2%. Nel settore minerario Barrick Gold (CA0679011084) ha perso il 3,3%, Freeport McMoRan (US35671D8570) l'1,3%, Newmont Mining (US6516391066) il 2,3% e Coeur d'Alene (US1921081089) il 4,5%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in ribasso dell'1,9%, quello dell'argento del 2,7% e quello del rame del 2,4%.
Il settore delle telecomunicazioni ha beneficiato del suo carattere difensivo. AT&T (US00206R1023) ha guadagnato lo 0,3% e Verizon Communications (US92343V1044) lo 0,1%.
Seagate Technology (KYG7945J1040) ha perso lo 0,5%. Il primo produttore al mondo di hard-disk ha tagliato le stime sui suoi ricavi nel quarto trimestre fiscale terminato lo scorso 30 giugno.
Informatica
(US45666Q1022)
ha chiuso in ribasso del 27,6%. Il fornitore di software ha lanciato un profit warning.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption