Wall Street frena, male il settore edile e AT&T

Il Dow Jones ha perso lo 0,2%, l'S&P 500 lo 0,6% e il Nasdaq Composite lo 0,5%.

CONDIVIDI
I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,2%, l'S&P 500 lo 0,6% e il Nasdaq Composite lo 0,5%. Su Wall Street ha pesato il calo della fiducia degli investitori nella ripresa dell'economia. Quasi tutti i dati macroeconomici pubblicati oggi negli USA sono stati inferiori alle previsioni degli economisti. In particolare le vendite di nuove case sono a sorpresa calate lo scorso mese del 2,2%. Nel settore edile Lennar (US5260571048) ha perso il 2,9%, D.R. Horton (US23331A1097) il 2,6%, Pulte Group (US7458671010) il 2,4% e KB Home (US48666K1097) lo 0,8%.
AT&T
(US00206R1023) ha perso il 2,5%. Il maggiore operatore telefonico degli USA ha annunciato per il quarto trimestre un utile adjusted di $0,42 per azione. Il consensus era di $0,43 per azione.
Caterpillar (US1491231015) ha guadagnato il 2,1%. Il leader mondiale delle macchine movimento terra ha pubblicato una trimestrale che ha superato nettamente le previsioni degli analisti.
3M
(US88579Y1010)
ha chiuso in rialzo dell'1,3%. Il conglomerato ha aumentato lo scorso trimestre l'utile netto del 2,8% a $954 milioni pari a $1,35 per azione. Il consensus era di $1,31 per azione.
Netflix
(US64110L1061)
ha guadagnato il 22,1%. Il leader del noleggio e della vendita di video online ha generato nel quarto trimestre del 2011 un utile di $0,73 per azione. Gli analisti avevano previsto $0,55 per azione.
SanDisk
(US80004C1018)
ha perso l'11,4%. Il produttore di memorie ha pubblicato una trimestrale migliore delle stime degli analisti ma fornito un prudente outlook sul corrente trimestre e sul 2012.
Tra gli auriferi Barrick Gold (CA0679011084) ha guadagnato lo 0,9% e Goldcorp (CA3809564097) il 2,4%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi a New York ai massimi da sette settimane.
LSI
(US5021611026)
ha guadagnato il 10,9%. Il produttore di chip si attende per il corrente trimestre ricavi di $550 - $590 milioni. Gli analisti avevano previsto $509 milioni.
Micromet (US59509C1053) ha chiuso in rialzo del 32,1%. Amgen (US0311621009) ha comunicato che acquisterà la società specializzata nello sviluppo di farmaci anticancro per $1,16 miliardi.
Monster Worldwide (US6117421072) ha perso il 20,4%. L'impresa leader delle inserzioni di ricerca e di offerta di lavoro in Internet ha pubblicato una debole trimestrale ed annunciato che taglierà 400 impieghi.
Time Warner Cable (US88732J1088) ha guadagnato il 7,8%. Il secondo operatore di TV via cavo degli USA ha pubblicato una trimestrale migliore delle stime degli analisti ed annunciato un programma di buy-back da $4 miliardi.
United Continental Holdings (US9025498075) ha guadagnato il 6,3%. La compagnia aerea ha annunciato per il quarto trimestre un utile adjusted di $0,30 per azione. Il consensus era di $0,12 per azione.
Symantec (US8715031089) ha perso l'1,1%. L'impresa impegnata nella sicurezza informatica si attende per il corrente trimestre ricavi di $1,72 - $1,73 miliardi. Gli analisti avevano previsto $1,75 miliardi.
J.C. Penney (US7081601061) ha chiuso in rialzo del 18,8%. La catena di grandi magazzini ha annunciato che il suo utile potrebbe superare nel corrente esercizio $2,16 per azione. Gli analisti avevano previsto $1,65 per azione.
Lockheed Martin (US5398301094) ha guadagnato lo 0,9%. Il leader mondiale del settore della difesa ha generato lo scorso trimestre un utile di $2,09 per azione. Il consensus era di $1,93 per azione.
E*Trade (US2692461047) ha chiuso in ribasso del 14,6%. Il broker online ha chiuso a sorpresa il quarto trimestre del 2011 in rosso di $6,3 milioni pari a -$0,02 per azione. Gli analisti avevano previsto un utile di $0,20 per azione.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption