Wall Street rallenta, Apple no

Il Dow Jones e il Nasdaq Composite hanno guadagnato lo 0,1%, l'S&P 500 ha perso lo 0,1%.

CONDIVIDI
I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi poco mossi. Il Dow Jones e il Nasdaq Composite hanno guadagnato lo 0,1%, l'S&P 500 ha perso lo 0,1%. Per il Dow Jones si è trattato della sesta seduta positiva di fila.
Dopo i forti guadagni delle scorse sedute Wall Street ha preso oggi un po' di fiato. I riflettori sono stati puntati sul settore finanziario. La Fed ha comunicato ieri nel dopo-borsa che 15 dei 19 istituti finanziari passati sotto esame hanno superato i suoi nuovi "stress test". Bank of America (US0605051046) e American Express (US0258161092), che sono stati tra gli istituti promossi, hanno guadagnato rispettivamente il 4,1% e il 3,5%. Citigroup (US1729671016), che è stato bocciato, ha perso il 3,4%. MetLife (US59156R1086) ha chiuso in ribasso il 5,8%. Anche il primo gruppo statunitense delle assicurazioni vita non ha potuto superare gli "stress test". La Fed gli ha di conseguenza negato il permesso per lanciare un programma di buy-back da $2 miliardi.
Apple
(US0378331005) ha guadagnato il 3,8%. Morgan Stanley crede che in uno scenario molto positivo il titolo possa salire entro 12 mesi anche fino a $960.
Tra i petroliferi Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso l'1% e Chevron (US1667641005) lo 0,5%. Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi a New York in ribasso dell'1,2%.
Nel settore minerario Barrick Gold (CA0679011084) ha perso il 4,5%, Freeport McMoRan (US35671D8570) il 2,5%, Newmont Mining (US6516391066) l'1% e Coeur d'Alene (US1921081089) il 5,7%. Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in ribasso del 3%, quello dell'argento del 4,2% e quello del rame dell'1,4%.
Cliffs Natural Resources (US18683K1016) ha guadagnato il 7,1%. Il primo produttore statunitense di minerale di ferro ha annunciato un aumento del suo dividendo del 123%.
LSI
(US5021611026)
ha guadagnato il 7%. Il produttore di chip ha alzato le sue stime per il corrente trimestre.
Altera (US0214411003) ha guadagnato il 2,1%. Goldman Sachs ha introdotto il titolo del produttore di chip analogici nella sua “Conviction List Buy List”.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption