Wall Street scende, non dura l’effetto yuan

Un laptop mostra un grafico

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,1%, l’S&P 500 lo 0,4% e il Nasdaq Composite lo 0,9%. L’euforia scatenata dalla decisione della Cina di rendere più flessibile il tasso di cambio dello yuan è sfumata velocemente. Gli investitori hanno infatti iniziato a considerare anche l’altra parte della medaglia. Se un apprezzamento della valuta cinese aumenta la competitività dei prodotti statunitensi nel commercio internazionale, rende allo stesso tempo le merci cinesi più care per le aziende USA. Le vendite hanno colpito per questo motivo soprattutto i settori retail ed high-tech che dipendono in particolar modo dalle importazioni di prodotti dalla Cina. Nel settore retail Home Depot (US4370761029) ha perso l’1,6%, Wal-Mart (US9311421039) l’1%, Target (US87612E1064) l’1,5%, Gap (US3647601083) l’1,4% e Sears Holdings (US8123501061) l’1,6%. Tra i titoli high-tech Intel (US4581401001) ha chiuso in calo dell’1%, Microsoft (US5949181045) dell’1,9%, Cisco Systems (US17275R1023) dello 0,6% eTexas Instruments (US8825081040) dello 0,8%.
Amazon (US0231351067) ha perso il 2,6%. Il gigante del commercio elettronico ha tagliato il prezzo per il Kindle da $259 a $189. La notizia ha fatto aumentare i timori di Wall Street su una possibile guerra dei prezzi sul mercato degli apparecchi digitali. Apple (US0378331005) ha perso l’1,4% e Research In Motion (CA7609751028) il 3,6%.
Tra gli auriferi Barrick Gold (CA0679011084) ha perso il 3,4%,Goldcorp (CA3809564097) il 3,3% e Newmont Mining (US6516391066) il 2,9%. Il prezzo dell’oro ha perso oggi a New York l’1,4%.
Nel settore petrolifero Exxon Mobil (US30231G1022) ha guadagnato lo 0,1% e Chevron (US1667641005) lo 0,3%. Il prezzo del prezzo del petrolio ha chiuso al NYMEX in rialzo dello 0,4%.
Tra i minerari Alcoa (US0138171014) ha guadagnato il 5,5% e Freeport McMoRan (US35671D8570) e il 3,3%. I metalli di base si sono apprezzati sensibilmente sia a Londra che a New York.
MetLife
(US59156R1086) ha chiuso in rialzo dello 0,6%. Secondo la rinomata rivista finanziaria “Barron’s” il titolo della prima impresa statunitense delle assicurazioni vita potrebbe superare quota $50.
MasterCard (US57636Q1040) ha guadagnato il 4,2% e Visa (US92826C8394) il 5%. I legislatori statunitensi hanno raggiunto un accordo su dei cambiamenti nella prevista riforma del mercato delle carte di credito. Nel nuovo disegno di legge il potere della Federal Reserve di imporre dei limiti alle commissioni sulle transazioni con le carte di credito dovrebbe essere minore del previsto.
Biovail (CA09067J1093) e Valeant Pharmaceuticals (US91911X1046) hanno guadagnato rispettivamente il 14,2% e il 2,3%. Le due imprese farmaceutiche hanno annunciato di aver raggiunto un accordo di fusione.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Americana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.