Borsainside.com

Bollo auto: in attesa di una proroga del pagamento dalla Regioni

Bollo auto: in attesa di una proroga del pagamento dalla Regioni

Nel Decreto Cura Italia non è stato nominato. Ma le regioni possono muoversi per prendere decisioni in merito e non si può aspettare a lungo

In questi giorni si è parlato tanto del Decreto Cura Italia e delle varie normative che prevede per cercare di porre un freno alla diffusione del coronavirus, epidemia che sta letteralmente mettendo in ginocchio il nostro Paese sotto tutti i punti di vista.

Ormai tutte le attività commerciali sono chiuse, fatta eccezione per quelle che devono garantire la fornitura di beni e servizi di prima necessità e in casi di urgenza, come ad esempio i gommisti e i meccanici (leggi qui). Inoltre sono state fatte alcune modifiche alle regole riguardanti le multe, i trasporti pubblici, i taxi, il pagamento delle assicurazioni auto e al rinnovo patenti. Al momento, però, non è ancora stato toccato l'argomento bollo auto. Anche se, a dire il vero, Regioni e Province Autonome potrebbero decidere di far slittare o rateizzare il pagamento del tributo. Ovviamente delucidazioni e provvedimenti a tal proposito sono attesi con impazienza da cittadini ed imprese. Soprattutto chi ha la scadenza nei mesi di marzo ed aprile.

Come già detto, il Decreto Cura Italia serve sia ad evitare un'ulteriore diffusione del virus che a dare un supporto ai cittadini ed alle imprese durante l'emergenza Covid-19. In queste settimane sono state prese delle decisioni importanti, come quelle relative alla sospensione o proroga di alcuni pagamenti (leggi qui per vedere quali e come). Però ad ora non si hanno ancora notizie riguardo il pagamento del bollo auto, che è comunque effettuabile online per evitare di uscire di casa.

Va ricordato che le singole Amministrazioni Regionali possono decidere autonomamente come muoversi riguardo al pagamento del bollo; pagamento obbligatorio anche nel caso in cui non si utilizzi l'auto. Allo stato attuale, la prima regione a muoversi in merito è stata la Regione Piemonte che proprio nella giornata di oggi, 24 marzo 2020, discuterà in Giunta regionale l'eventuale rinvio dei pagamenti di marzo, aprile e maggio al 30 giugno 2020.

L'U.N.A.S.C.A. (Unione Nazionale Autoscuole Studi Consulenza Automobilistica) ha apprezzato l'iniziativa del Piemonte ed ha inoltre invitato tutte le altre Regioni a fare lo stesso. Sarebbe un'ottima notizia da poter dare a cittadini ed imprese, che vedrebbero questa possibilità come una vera e propria boccata d'aria in un momento come questo.

Al momento c'è da considerare anche il danno psicologico che si subisce, perchè, infatti, questa spesa oltre a gravare sulle tasche si aggiunge alla beffa di non poter usare i veicoli in questo periodo.  Solo nel mese di marzo è stato calcolato che il 6% dei proprietari dovrebbe effettuare questo pagamento, altrimenti saranno passibili di sanzioni e lo stesso si verificherà ad aprile ovviamente e nei mesi a seguire. Attendiamo nella speranza di veloci sviluppi

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS