Borsainside.com

Bollo auto: esenzioni in arrivo. Ecco chi non paga

Bollo auto: esenzioni in arrivo. Ecco chi non paga

Introdotte alcune esenzioni per alcuni titolari di autovetture. Vediamo chi non deve pagare e come fare domanda

Si sta avvicinando la scadenza per il pagamento del bollo auto, una spesa che tutti gli automobilisti italiani che possidono una vettura sono tenuti a pagare.

Sin dal 1° gennaio 2020 sono state introdotte delle novità per quanto riguarda questa tassa, tra queste anche delle esenzioni per alcune categorie specifiche di alcuni automobilisti titolari di un'autovettura. Sono esenti, ad esempio, tutti gli automobilisti che sono affetti da gravi disabilità, tra i quali i non vedenti, sordi, pluriamputati e chi ha handicap psichici e mentali.

Vediamo meglio tutti i dettagli e come presentare domanda per poter ottenere l'esenzione per il pagamento del bollo auto.

Cosa è il bollo auto
Il bollo auto è una tassa che deve essere versata ogni anno da tutti i cittadini in possesso di una vettura che sia iscritta regolarmente al PRA (Pubblico Registro Automobilistico), a prescindere dal fatto che il veicolo venga utilizzato o meno.

Il pagamento del bollo auto viene gestito da parte delle Regioni e dalle Provincie autonome di Bolzano e Trento. Invece, solo nei casi della Sardegna e del Friuli Venezia Giulia, la tassa è direttamente affidata all'Agenzia delle Entrate.

Novità bollo auto 2020
Il 2020 ha portato numerose novità per quanto riguarda il bollo auto. 

La prima ad essere introdotta è stata quella entrata in vigore dall'1 gennaio 2020, con cui è stata introdotta una nuova modalità di pagamento del bollo auto, ovvero tramite il versamento PagoPa. È possibile, con questo sistema, effettuare il pagamento direttamente nei confronti della Pubblica Amministrazione grazie al sito o all'App dell'Ente, o presso la propria banca o gli sportelli ATM abilitati, o presso gli uffici postali o presso i punti vendita Lottomatica e SISAL.

La seconda novità è relativa alla gestione dei dati riguardanti il pagamento del bollo auto da parte del Pubblico Registro Aci, meglio conosciuto come PRA. Sempre a partire dall'1 gennaio 2020, tutti i dati e le informazioni inerenti le autovetture, sono state trascritte nel documento unico di circolazione, che in questo modo va a sostituire il certificato di proprietà auto e il libretto di circolazione.

Altra novità del 2020 riguarda i proprietari di auto residenti in Lombardia, i quali potranno usufruire di uno sconto del 15% sull'importo del bollo auto, che tradotto sarebbero due mensilità, nel caso in cui essi decidano di pagare attraverso il metodo di pagamento della domiciliazione bancaria.

Chi usufruisce dell'esenzione
Le esenzioni che sono state applicate a partire dal 1° gennaio 2020 sono applicabili ad alcune categorie di titolari di autovettura. Ne possono usufruire, ad esempio, tutti i soggetti disabili e i titolari di auto con motorizzazioni specifiche.

Le agevolazioni per il bollo auto possono essere quindi sfruttate dai cittadini italiani mensionati nella categoria disabili titolari di Legge 104. Ad essere esentati dal pagamento del bollo saranno i cittadini non vedenti, sordi, disabili con gravi limitazioni delle capacità di deambulazione o con pluriamputazioni, disabili con ridotte e limitate capacità motorie e disabili con handicap psichico o mentale di cui al comma 3 dell'art. 3 della legge n.104 del 1992 e aventi diritto ad indennità di accompagnamento.

Potranno usufruire dell'esenzione dal pagamento del bollo auto anche i cittadini italiani in possesso di auto elettriche fino al quinto anno successivo l'acquisto della vettura. Esentati anche i titolari di auto storiche di almeno 30 anni di vita ed i titolari di auto ibride acquistate durante l'anno 2019, con esenzione variabile da 3 a 5 anni.

Come richiedere l'esenzione del bollo auto
Per poter ottenere l'esenzione del bollo auto, è necessario che i cittadini italiani che sono in possesso dei requisiti precedentemente esposti, facciano formale richiesta tramite la compilazione dell'apposito modulo di esenzione. La compilazione può essere effettuata anche dai famigliari del richiedente nel caso in cui il disabile sia a loro carico a livello fiscale.

I tempi per l'invio della richiesta di esenzione dal pagamento del bollo auto sono fissati a 90 giorni prima della scadenza dello stesso.

La richiesta dovrà essere presentata all'ufficio preposto della propria Regione di appartenenza, allegando anche la copia del libretto o della carta di circolazione, copia del documento dei cittadini trasportati, copia di patenti speciali e la copia della certificazione rilasciata da una Commissione Medica Pubblica in cui vi sia l'attestazione della patologia che comporti ridotte o impedite capacità motorie.

Per coloro i quali sono residenti nelle Regioni convenzionate con ACI, la richiesta potrà essere effettuata presso gli Uffici provinciali dell'ACI o le Delegazioni dellAutomobile Club.

Come funziona il pagamento del bollo
Dal 1° gennaio 2020 il pagamento del bollo auto si può eseguire tramite diverse modalità.

Il titolare di un'autovettura può effettuare il pagamento del bollo auto presso la propria banca, quindi anche tramite sistema home banking, presso i punti vendita Sisal o Lottomatica, presso gli Uffici Postali e gli sportelli ATM abilitati, sul sito ACI e dell'Agenzia delle Entrate ed infine, tramite il sistema PagoPa.

Per poter calcolare in anticipo l'importo da pagare per il proprio bollo auto bisogna considerare la potenza del veicolo in kilowatt e la classe ambientale di appartenenza. Informazioni che si possono facilmente trovare consultando il proprio libretto di circolazione alle voci P.2 e V.9.

Scadenze per il 2020
La scadenza per il pagamento del bollo auto è fissata per il mese successivo al mese di immatricolazione della propria autovettura. Solo per i residenti delle regioni Piemonte e Lombardia questa regola non vale in quanto è stato stabilito un calendario predefinito: 20 gennaio 2020 se il bollo auto è scaduto nel mese di dicembre, 31 maggio 2020 e 30 settembre 2020 se il bollo è scaduto ad agosto.

Ma vista la particolare situazione dovuta all'emergenza sanitaria scatenata dal Coronavirus, con il Decreto Cura Italia sono stati rinviati alcuni pagamenti. Per quanto riguarda il bollo auto la decisione è stata rimessa nelle mani delle stesse Regioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS