Borsainside.com

Bollo auto e multe non si pagano. La sentenza che salva tanti automobilisti

Bollo auto e multe non si pagano. La sentenza che salva tanti automobilisti

Le cartelle esattoriali relavite a bollo auto, fermi amministrativi e multe stradali sono cancellate grazie ad una sentenza della Corte di Cassazione.

Per coloro i quali non hanno pagato il bollo auto o delle multe stradali ed hanno ricevuto una cartella esattoriale, arriva una vera e propria boccata d'ossigeno, almeno per chi rientra in un determinato periodo di riferimento, che è anche abbastanza lungo.

Bollo auto e multe cancellate: la sentenza della Corte di Cassazione
Con la sentenza n.29653 del 14 novembre 2019, la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimi eventuali fermi amministrativi che siano legati a cartelle esattoriali di bollo auto e multe stradali non pagate.

Ciò vale per tutte le cartelle esattoriali con importo minore ai 1.000 euro e che siano state iscritte al ruolo nell'arco di tempo che va dal 2000 al 2010.

Facendo riferimento a questo decennio si può considerare quindi nullo qualsiasi debito al di sotto dei 1.000 euro dovuto al mancato pagamento del bollo auto e delle multe stradali.

Bollo auto: annullate cartelle sotto i 1.000 euro
La Corte di Cassazione, con la sentenza di cui parlavamo prima, risalente ad un anno fa, ha recepito quanto previsto dalla "rottamazione ter".

Si tratta della definizione agevolata contenuta nella legge n.136 del 2018, entrata poi in vigore nel 2019, il 19 dicembre, con cui è stato convertito il decreto legge n.119 del 2018.

La Definizione agevolata prevede che si possano estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti nelle cartelle esattoriali, versando solo le somme dovute, escludendo le sanzioni e gli interessi di mora.

Sempre stando al decreto 119 del 2018, per le multe stradali non si pagano interessi di mora e maggiorazioni previste dalla legge.

La sentenza della Cassazione del 14 novembre 2019 recita:
"i debiti di importo residuo fino a mille euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1°gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, sono automaticamente annullati."

Sentenza della Suprema Corte
La Corte di Cassazione ha definito l'applicabilita al bollo auto dello stralcio dei debiti fino alla cifra di 1.000 euro.

Già alla fine del mese precendente, con ordinanza n.28072 del 31 ottobre 2019, la Suprema Corte di Cassazione aveva stabilito la cessazione dei debiti relativi alle cartelle di pagamento facenti riferimento al periodo che va dal 2000 al 2010.

In tali cartelle rientrano quelle riguardanti il bollo auto e le multe stradali non pagate, ovviamente ciò è valido per le cartelle con valore inferiore ai 1.000 euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS