Volkswagen cresce ancora: 6 gigafactory in europa

Volkswagen cresce ancora: 6 gigafactory in europa

Entro il 2030 il gruppo ha un grande obiettivo da raggiungere

Come già abbiamo visto, Volkswagen si sta muovendo attivamente nel settore elettrico e nella sua nuova strategia rientra un piano molto grande, come si confà alla Casa d'altronde. Infatti il Gruppo Volkswagen ha pianificato la creazioni di 6 gigafactory in Europa che dovrebbero nascere entro il 2030 e che dovrebbero essere in grado di produrre complessivamente 240 GWh.

Volkswagen si dedica quindi sull'elettrico, dimostrando di crederci ed investendo enormi risorse, concentrandosi sulla produzione interna, per diminuire gradualmente gli acquisti da produttori esterni. L'obiettivo finale ovviamente è quello di ridurre "in modo significativo la complessità e il costo della batteria, per rendere l'auto elettrica attraente e accessibile per il maggior numero di persone possibile".  Volkswagen punta, entro il 2025, di poter fare affidamento solo sulle risorse interne. Infatti il 2025 è l'anno in cui scadranno alcuni contratti di fornitura ed inoltre entro quella data ci sarà sicuramente un aumento della domanda e un allargamento della gamma offerta dalla Casa.

Ma non solo gigafactory nel piano di Volkswagen. Infatti il colosso vuole anche rafforzare alcune partnership industriali, come quella con Northvolt, fornitore di celle per batterie progettate per il segmento premium al fine di ampliare da 32 a 40 Gwh la produzione dell'impianto svedese. Volkswagen con la sua partner vorrebbero raggiungere nei prossimi anni un valore di ordini di 12 miliardi di euro. Quindi il valore di investimenti da parte di Volkwagen nella collaborazione deve aumentare del 20% e Northvolt a sua volta dovrà cedere a Volkwagen parte delle sue azioni in questa joint venture finalizzata alla realizzazione della gigafactory in Germania, per la precisione a Salzgitter.

Le nuove gigafactory avranno il compito di migliorare le economie, riducendo le complessità dell'assemblaggio e i costi. La terza fabbrica dovrebbe arrivare entro il 2026 in Spagna. Nella lista dei paesi che dovrebbero accogliere una gigafactory ci sono anche Portogallo, Francia, Repubblica Ceca, Polonia e Slovacchia, dove entro il 2027 dovrebbe nascere il 4 stabilimento.

Thomas Schmall, responsabile delle tecnologie, ha dichiarato: "miriamo a ridurre il costro e la complessità della batteria e allo stesso tempo aumentarne l'autonomia e le prestazioni. Useremo le nostre economie di scala a vantaggio dei clienti. In media, ridurremo il costro dei sistemi di batterie a un livello significativamente inferiore ai 10 euro per chilowattora. Questo renderà finalmente la mobilità elettrica conveniente e dominante."

Volkswagen vuole raggiungere entro il 2025 la gestione di 18.000 punti pubblici, 5 volte di più dell'attuale numero. Per ottenere questo risultato si punta sulle collaborazioni, come ad esempio in Italia con cui opererà insieme ad Enel per la creazioni di nuovi punti di ricarica rapida.
Herber Diess, Amministratore Delegato, ha dichiarato: "La mobilità elettrica è diventata il nostro core business, puntiamo a essere in pole position nella corsa per le migliori batterire nell'era della mobilità a emissioni zero".

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS