Patente di guida: arrivano alcune novità

Patente di guida: arrivano alcune novità

Si prevedono alcune novità per quanto riguarda il rilascio/rinnovo delle patenti ad alcuni soggetti particolari.

Oggi affrontiamo l'argomento patente di guida e lo facciamo all'interno del contesto europeo. L'European Transport Safety Council (Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti) - ETSC, ha presentato i risultati di uno studio che pone in evidenza alcune criticità riguardandi la normativa dell'ordinamento UE.

Nello specifico si trattano i prossimi provvedimenti che i paesi membri dell'UE dovrebbero attuare a breve. Una delle principali considerazioni fatte è quella che ritiene l'epilessia, il diabete i disturbi mentali e le dipendenze, più importanti del'aspetto età del guidatore. Approfondiamo meglio l'argomento.

I punti principali di questo studio dell'ETSC sono stati resi noti dall'ACI e si dichiara che il Consiglio sottolinea la necessità di valutare l'idoneità degli utenti patentati non più sulla base della sola età, ma anche e soprattutto valutando quelle che potrebbero essere particolari condizioni di salute. Va considerata, infatti, un'eventuale condizione di disturbo mentale, oppure va preso in considerazione se il soggetto faccia abuso di sostanze o abbia gravi malattie invalidanti come l'epilessia o il diabete.

Difatti, quelli appena elencati, sono fattori che possono avere effetti negativi sulla guida molto di più di quanto possa avere l'età del guidatore. È stato proposto quindi di poter rilasciare delle particolari patenti "condizionate" che verrebbero concesse a persone anziane ma che costituiscono un basso rischio e che consentirebbe loro di poter continuare a guidare in determinate condizioni.

L'ETSC sottolinea comunque la mancanza significativa di dati scientifici attendibili a livello comunitario, ma ad esempio, in Finlandia il 16% degli incidenti mortali è causato da malattie del guidatore, specialmente di tipo cardio-vascolare. Per queste ragioni è stata richiesta un'indagine più approfondita su ogni incidente che si verifica in Europa, in modo da poter fornire dati utili alla ricerca scientifica per poi poter dare un contributo importante per le nuove norme e conseguente efficacia.

Si punta sui medici di famiglia, figura fondamentale per individuare i soggetti a rischio. Un altro punto su cui concentra l'attenzione l'ETSC sono le etichette dei farmaci, le quali dovrebbero indicare in modo chiaro quali sono i farmaci che influiscono sulle capacità psico-fisiche di chi è alla guida di un veicolo. Inoltre il Consiglio esprime parziale disaccordo sul divieto dell'UE per rilasciare patenti a soggetti con dipendenze da alcol. Questo perchè secondo l'ETSC i soggetti di questo tipo dovrebbero avere la possibilità di reintegrarsi con appositi programmi di riabilitazione. Ovviamente non si sottovaluta il dato che emerge secondo cui gli incidenti causati da soggetti in stato di ebbrezza sono un numero considerevole.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS