Spostamenti per Pasqua: cosa si può fare

Spostamenti per Pasqua: cosa si può fare

Nei giorni 3, 4 e 5 aprile tutta Italia sarà in zona rossa per le feste pasquali. Cosa è possibile fare?

Nei giorni del 3, 4 e 5 aprile tutto il Paese sarà in zona rossa. Ci saranno delle regole precise da dover rispettare durante queste date, si tratta di misure molto simili a quelle che sono state adottate a Natale scorso. Vediamo precisamente cosa è permesso fare e cosa no in questi giorni in cui il virus sembra non voler allentare la propria morsa.

Quindi nei giorni di sabato, domenica e lunedì sono vietati gli spostamenti in altre regioni, province e comuni. Si potranno effettuare spostamenti solo per comprovate ragioni di lavoro, salute o necessità, accompagnati da autocertificazione. Si potrà fare rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione. Verso le seconde case gli spostamenti saranno consentiti se queste sono di proprietà o affitate per lungo termine. Ma in alcune regioni sono stati espressamente vietati gli spostamenti verso le seconde case.

Inoltre sono consentiti gli spostamenti all'interno della regione verso una sola abitazione privata, per una sola volta al giorno, in due persone, oltre alle già conviventi nella casa. Su tutto il territorio nazionale rimane vigente il coprifuoco dalle 22 alle 5. Con queste regole sarà quindi possibile fare il pranzo di Pasqua con amici o parenti, in un numero ristretto di persone e usando le mascherine ed il distanziamento. Nei giorni 3, 4 e 5 inoltre non sarà aperto nessun ristorante, se non per effettuare attività di asporto che è consentita e sarà consentita anche la consegna a domicilio fino alle 22 (alle 18 per i bar). È consentito inoltre poter raggiungere il proprio partner se questo dovesse vivere in una città differente per ragioni lavorative, ma solo se il luogo del ricongiungimento coincida con la residenza, domicilio o abitazione.

Per quanto riguarda i genitori separati sarà possibile spostarsi fra regioni e all'estero per poter raggiungere i figli minorenni. Per lo spostamento si dovrà scegliere il tragitto più breve. Per chi rientra in Italia da un Paese appartenente all'EU sarà necessario effettuare un tampone e rimanere in isolamento fiduciario per 5 giorni. Nel giorno di Pasqua sarà possibile andare a messa nella chiesa più vicina, ovviamente evitando assembramenti. Saranno ammesse passeggiate nei pressi della propria abitazione. Ovviamente saranno consentiti spostamenti per poter fare la spesa, per andare in farmacia o edicola e per comprare beni necessari alla vita quotidiana.

Sarà consentita l'attività sportiva, ma all'interno del territorio comunale, dalle 5 alle 22, svolta in modo individuale e all'aperto con le dovute distanze. 

Se si viaggia in auto con persone non conviventi sarà importante che sulla parte anteriore vi sia solo il guidatore e massimo 2 persone sui sedili posteriori. Dovranno tutti indossare la mascherina. Chi non ha auto o patente potrà farsi accompagnare da un familiare o da una persona incaricata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS