Indagato il cognato di Matteo Renzi e gli altri fratelli Conticini. I milioni spariti erano per l'Africa

Indagato il cognato di Matteo Renzi e gli altri fratelli Conticini. I milioni spariti erano per l'Africa

L'accusa è di appropriazione indebita, riciclaggio e autoriciclaggio. Il denaro intascato era destinato ai bambini dell'Africa

CONDIVIDI

La Procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio per Alessandro, Luca e Andrea Conticini per appropriazione indebita, riciclaggio e auto riciclaggio. Andrea è il cognato dell’ex segretario del PD Matteo Renzi, in quanto sposato con la sorella Matilde Renzi.

L’inchiesta nell’ambito della quale i tre fratelli sono indagati ipotizza tra le varie accuse, quella di aver sottratto 6,6 milioni di dollari che erano destinati all’assistenza all’infanzia in Africa. Tra i reati contestati dagli inquirenti, appropriazione indebita e auto riciclaggio per Alessandro e Luca Conticini, riciclaggio per Andrea Conticini.

Ma da dove arrivavano le donazioni per i bambini africani che finivano invece nelle tasche dei fratelli Conticini? Provenivano da Fondazione Pulitzer attraverso Operation USA, Unicef ma anche altri entri internazionali per opere umanitarie. I 6,6 milioni di dollari di cui si sono indebitamente appropriati i tre fratelli sono parte dei 10 milioni che erano stati donati dalla Fondazione Pulitzer alle organizzazioni no profit Play Therapy Africa Limited, International Development Assiociation Limited ed International Development Assiociation Sa. Di quest’ultima era titolare Alessandro Conticini stesso.

Secondo l’accusa ci sarebbero stati dei movimenti di denaro attraverso i conti correnti personali di Alessandro Conticini presso la Cassa di Risparmio di Rimini, agenzia di Castenaso (Bo). Alessandro e Luca Conticini sono accusati, come anticipato, di autoriciclaggio, in quanto nel settembre del 2015 avrebbero impiegato parte del denaro per sottoscrivere un prestito obbligazionario per un importo di 798mila euro emesso dalla società Red Friar Private Equity Limited Guernsey. Con parte dei 6,6 milioni di dollari, tra il 2015 e il 2017, Alessandro e Luca avevano anche acquistato immobili per un totale di 1.965.455 euro.

Per quel che riguarda Andrea Conticini, cognato di Matteo Renzi, l’accusa di autoriciclaggio riguarda l’utilizzo di parte del denaro destinato all’Africa, per l’acquisto, in qualità di procuratore speciale di Alessandro, di partecipazioni societarie della Eventi 6 Srl di Rignano sull’Arno per un totale di 187.900 euro. Ricordiamo che la Eventi 6 Srl è una società riconducibile a familiari di Matteo Renzi. Ma non è tutto, perché gli acquisti di partecipazioni societarie hanno riguardato anche la Quality Press Italia srl per altri 158mila euro, e la Dot Media Srl per 4mila euro.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro