Il Regno Unito propone nuovi buoni e sconti per incentivare i più giovani a vaccinarsi

Il Regno Unito propone nuovi buoni e sconti per incentivare i più giovani a vaccinarsi

La nuova strategia adottata dal governo britannico ha subito suscitato delle polemiche. In molti credono sia l'ennesimo fallimento del primo ministro Johnson

Il Regno Unito ha deciso di adottare una nuova disperata strategia per incentivare i giovani a vaccinarsi. D'ora in avanti, infatti, chiunque deciderà di sottoporsi a vaccinazione potrà avere una corsa in taxi gratis, sconti sul cibo a domicilio o addirittura promozioni al ristorante.

Il progetto ideato dal governo britannico coinvolge delle compagnie di trasporto privato, come Uber e Bolt, ma anche servizi di delivery e ristorazione, come Pizza Pilgrim e Deliveroo. L'obiettivo del primo ministro britannico, Boris Johnson, e del Ministro della Sanità, Sajid Javid, è quello di dare un'ulteriore spinta alle vaccinazioni in tutto il Regno Unito dato che solo il 66% delle persone tra i 18 e i 19 anni hanno ricevuto almeno una dose e l'inizio dell'anno scolastico è ormai alle porte.

Tuttavia diversi esperti affermano che questa strategia sia del tutto sbagliata. Il ministero britannico, invece, ha ribadito che altri incentivi potrebbero includere anche "buoni o codici sconto per le persone che frequentano gli hub vaccinali o prenotano attraverso il portale del servizio sanitario nazionale (NHS), concorsi sui social media e offerte promozionali ai ristoranti".

Secondo quanto affermato da Metro.co.uk, il governo Johnson starebbe anche intavolando alcune trattative con McDonald's e la catena di sale cinematografiche Vue Cinema. Proprio in questi giorni, poi, il ministro della Sanità ha ringraziato pubblicamente tutte le aziende che "si sono fatte avanti" ed ha infine esortato i giovani ad "approfittare degli sconti".

Anche Nadhim Zahawa, ministro degli Affari e dell'Industria, ha espresso il proprio entusiasmo in merito agli accordi stretti con le varie agenzie ed ha affermato: "fate il vaccino e fate un affare". Tuttavia non tutti si dicono favorevoli a questo modo di agire del governo.

La magior parte dello scetticismo viene proprio da diversi esperti e scienziati, i queli sottolineano come tutta la strategia sia basata su una comunicazione errata riguardo l'importanza dei vaccini: "quello che dobbiamo fare è dare un messaggio molto migliore per i più giovani sui benefici della vaccinazione per loro personalmente e per le persone intorno a loro", afferma infatti Lawrence Young, specialista della Warwick Medical School, durante un'intervista a Sky News.

Questo tipo di strategia, ossia di "premiare" chi decide di vaccinarsi, a detta del governo nasce dalla preoccupazione che gli stessi politici provano osservando il rallentamento delle somministrazioni proprio ora che la riapertura delle scuole si avvicina sempre più. Tra i timori generali però si aggiunge anche quello che riguarda l'eventuale fallimento del nuovo piano adottato dal governo (e per di più ancora work in progress).

Sono in molti infatti a temere che questo non sia altro che l'ennesimo fiasco con cui Boris Johnson ha deciso di affrontare questa pandemia, dopo il Freedom Day dello scorso 19 luglio, l'obbligo di green pass solo per alcune attività e l'app di tracciamento nazionale che presenta ancora oggi dei gravi malfunzionamenti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS