Skin ADV

Il governo va avanti. Arrivano i sì di Di Maio e Salvini

Il governo va avanti. Arrivano i sì di Di Maio e Salvini

Salvini: "non abbiamo mai smesso di lavorare." Di Maio: "basta attacchi ai ministri del Movimento 5 Stelle"

Aveva chiesto una “risposta chiara, univoca e anche rapida”, il presidente del consiglio Giuseppe Conte, e le risposte dei leader di M5S e Lega non sono tardate. “Se tutti mantengono la parola data, il governo va avanti non 4 mesi ma 4 anni.” Risponde con queste parole il vicepremier Matteo Salvini impegnato in un comizio a Porto Mantovano.

Conte aveva affermato di essere disposto a continuare a lavorare per il governo del cambiamento, un governo, ha ricordato, legittimato anche dal voto delle europee, nonostante il mutamento degli equilibri tra le due forze che compongono la maggioranza. Ma si è detto anche pronto a lasciare il governo, e a rimettere il mandato nelle mani del Presidente della Repubblica qualora i due schieramenti non fossero intenzionati a dar seguito a quanto previsto dal contratto di governo e a porre fine al clima da “campagna elettorale permanente”.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>


Il premier Conte invita ad abbandonare i toni da campagna elettorale


“Se continuiamo nelle provocazioni per mezzo di veline quotidiane, nelle freddure a mezzo social, non possiamo lavorare” e ancora “le polemiche sterili e le discussioni inutili sottraggono energie preziose e distolgono dagli obiettivi del governo”. Chiari e diretti gli inviti del premier che esortano alla pace tra i due alleati, pace che appare tuttavia non ancora raggiunta.

Luigi Di Maio chiede che cessino gli attacchi e garantisce la lealtà del M5s. “Ci aspettiamo un vertice già domani” annuncia Di Maio “ci dobbiamo mettere a lavorare ancora più di prima”. Per un vertice a tre però sembra si debba attendere almeno venerdì, giorno in cui dovrebbe anche tenersi il Consiglio dei Ministri. Nel frattempo non avrebbe avuto esito positivo la riunione a Palazzo Chigi sullo Sblocca Cantieri, proprio per un mancato accordo tra M5s e Lega.


Salvini elenca risultati raggiunti e da raggiungere “ce lo hanno riconosciuto 9 milioni di voti”


Non abbiamo mai smesso di lavorare” dice Salvini, poi elenca una serie di traguardi raggiunti da questo governo, accennando a quanto invece resta ancora da fare. Ricordando su Twitter il risultato delle europee e i 9 milioni di voti ottenuti dalla Lega, chiaro riconoscimento del buon lavoro svolto nel primo anno di governo giallo-verde.

Tra gli obiettivi menzionati la Flat Tax, e il taglio delle tasse, ma anche la riforma della giustizia, il Decreto Sicurezza Bis, la questione delle autonomie regionali, la revisione dei vincoli europei, il superamento di austerità e precarietà, la riapertura dei cantieri.


Di Maio chiede un vertice di governo per rimettersi a lavoro “i fatti sono la migliore risposta”


“Il M5s è la prima forza politica di maggioranza e ha sempre sostenuto questo governo”, arriva da Facebook la replica di Luigi Di Maio, che esorta subito a tornare al lavoro. “Abbiamo sempre sostenuto questo governo lealmente e crediamo che ci sia ancora tanto da fare e soprattutto un contratto da rispettare. Noi siamo leali, vogliamo metterci subito a lavoro e crediamo che i fatti siano la migliore risposta in questo momento.”

Luigi Di Maio ribadisce poi che quella attuale è l’unica maggioranza possibile in questo momento, ma anche l’unico governo in grado di rispondere alle esigenze del Paese che chiede cambiamento. Il vertice di governo servirà anche a discutere della revisione dei vincoli europei, attraverso la quale si potrà poi procedere con Flat Tax, Salario minimo orario e col provvedimento sugli aiuti alle famiglie che fanno figli.

Il vicepremier Di Maio chiede che “finiscano gli attacchi ai ministri del Movimento 5 Stelle” e continua poi ribadendo l’importanza del contratto di governo: “siccome nel contratto c’è ancora tantissimo da fare, non è certamente il momento per proporre temi divisivi mai condivisi fuori dal contratto.”

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro