Skin ADV

Ban Huawei: Trump concede le prime licenze ai fornitori americani

BAN Huawei

Trump sembra aprirsi almeno per il momento nei confronti di Huawei e concede ad alcune aziende americane di riprendere le trattative commerciali con il colosso cinese. Premessa di una pace in arrivo?

Donald Trump sta cercando di risolvere almeno alcuni nodi della lunga e scomoda trattativa con il presidente cinese Xi Jinping. Il presidente degli Stati Uniti infatti ha dato mandato al Dipartimento del Commercio affinchè si inizi a concedere le licenze per riprendere le operazioni sulla questione Huawei. Proprio pochissimi giorni fa era stata annunciata un'ulteriore proroga del ban nei confronti dell'azienda cinese e ora sembra che qualcos'altro stia per sbloccarsi.

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

Conto Demo gratuito sul miglior broker Trading ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato – 100.000€ virtuali saranno accreditati subito sul tuo demo… Provo demo gratuita >>

E' l'autorevole Reuters a riportare la notizia secondo la quale alcune delle 290 aziende americane che avevano avanzato la richiesta di una licenza per poter continuare ad intrattenere rapporti commerciali con Huawei sembra stiano ricevendo l'approvazione o il rifiuto per tale licenza. Ancora non sono ben chiari i criteri utilizzati secondo i quali questa licenza venga rilasciata o negata, ma è abbastanza probabile che Trump abbia ceduto di qualche passo in seguito alle pressioni subite dalle aziende stesse che stavano vedendo sfumare miliardi di dollari per le mancate collaborazioni con il colosso cinese.

Wilbur Ross, Segretario al Commercio degli Stati Uniti d'America, ha dichiarato che insieme ad alcune approvazioni sono anche state spedite delle NOID (Notice of Intent to Deny) che danno 20 giorni di tempo alle aziende richiedenti per fornire uteriori evidenze in supporto della propria richiesta. Ovviamente in tutto ciò il ban per Huawei resta attivo, anche se, come già detto, per ora è stata concessa una proroga di 90 giorni per permettere agli operatori americani di continuare ad usufruire del supporto per le reti nelle aree rurali.

Se questa mossa di Trump, ovvero quella di allentare un pò la presa, avrà ripercussioni positive sulla trattativa globale tra USA e Cina ancora non si può sapere, ma di sicuro c'è che i cinesi non sembrano minimamente intimoriti e intenzionati a piegarsi di fronte alle richieste americane e forse proprio grazie a questo gli USA stanno concedendo un pò di terreno, per ora.

Ovviamente l'attesa maggiore di Huawei è concentrata sulla concessione della licenza a Google, la più importante per poter ottenere la licenza commerciale con Android e poter così riprendere la propria scalata alla vetta che ha visto dei rallentamenti soltanto negli ultimi sei mesi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro