Skin ADV

Come caricare lo smartphone senza rovinare la batteria

Come caricare lo smartphone senza rovinare la batteria

L'autonomia della batteria dei nostri telefoni è una delle preoccupazioni maggiori che abbiamo. Per questo, salvaguardare la batteria in modo che duri più a lungo è importantissimo. Vediamo alcuni piccoli accorgimenti che ci aiuteranno

Secondo alcuni studi fatti gli utenti reputano la durata della batteria di uno smartphone uno dei requisiti più importanti se non il più importante, prima anche del comparto fotografico. Però con le nuove generazioni di smartphone, che sono equipaggiate di batterie più capienti e quindi più durature, sono arrivate anche le ricariche rapide grazie a caricabatterie più potenti. Il dubbio che assale molti utenti è: c'è il rischio che con la ricarica rapida si vada ad intaccare la qualità della batteria e quindi di conseguenza la sua efficienza si riduce nel breve termine? Ci sono modi di ricaricare lo smartphone senza danneggiare la batteria? Si, effettivamente ci sono degli accorgimenti che, se seguiti, permettono di allungare la vita alla batteria del nostro smartphone.

🥇 Non farti scappare questa opportunità, il tempismo è tutto. I mercati volatili forniscono un’ottima opportunità di guadagno quando tutti sono impegnati a vendere. ⭐  Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito su Avatrade >>
🥇 Non farti scappare questa opportunità, il tempismo è tutto. I mercati volatili forniscono un’ottima opportunità di guadagno quando tutti sono impegnati a vendere. ⭐  Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito su Avatrade >>

I nostri smartphone sono forniti di batterie agli ioni di litio, le cosiddette Li-ion. "Purtroppo" la loro autonomia e la loro longevità sono strettamente connesse alle dimensioni, più grande è la batteria più lunga sarà la sua autonomia. Difatti, negli ultimissimi tempi, le più importanti aziende, come ad esempio Samsung ed Apple, stanno sacrificando spazi come quello dello slot sim per recuperare millimetri preziosi da dedicare alla batteria. 

Un accorgimento importante da avere con le batterie agli ioni di litio è quello di non arrivare al 100% della carica, come consigliato dagli stessi produttori. Fermandosi all'80% permetterà alla batteria di sopravvivere più a lungo.

Molti si pongono dei dubbi se la ricarica rapida possa danneggiare la batteria o meno. La risposta è "No". I moderni caricatori, è vero che sono di gran lunga più potenti di quelli usati fino a pochissimo tempo fa, fino anche a 5 volte in più, ad esempio i classici caricatori erano intorno ai 5 Watt, quello di un Samsung Galaxy Note 10 arriva a 25 Watt. Però questo tipo di alimentazione non crea alcun danno alle batterie perchè i moderni caricatori rapidi sono "programmati" per ricaricare il telefono fino al 70-80% in tempi rapidi, intorno ai primi 15-30 min, il resto della carica invece, fino al 100%, viene rilasciato in modo molto lento e graduale, proprio per non danneggiare la batteria. Quindi, soprattutto nella prima fase della ricarica, i dispositivi assorbono corrente senza conseguenze dannose. La stessa Apple garantisce una ricarica del 50% in 30 min. 
Quindi utilizzare un caricatore a ricarica rapida non danneggia la nostra batteria.

Molti utenti, poi, sono preoccupati di sovraccaricare la batteria, questo perchè sono in tanti a mettere lo smartphone in carica durante la notte e quindi il telefono rimane collegato alla corrente anche dopo aver raggiunto il livello di carica del 100%. In realtà i moderni smartphone sono fatti in modo tale da bloccare la carica una volta raggiunto il livello massimo, in modo da non immagazzinare ulteriore energia. Apple ha addirittura ottimizzato quest'aspetto permettendo di bloccare la ricarica al raggiungimento dell'80% senza entrare quindi nella seconda fase di ricarica.

Un altro accorgimento importantissimo da seguire per evitare di danneggiare la batteria è quello di non arrivare mai allo 0%. Scaricare completamente la batteria causa seri danni alla sua autonomia. Quindi quando il livello di carica è basso andrebbe impostata la modalità "Risparmio energetico" e dovremmo usare il tel il meno possibile. Il momento migliore in cui dovremmo ricaricare il telefono è quando è intorno al 30-20%.
Ricollegandoci al discorso della carica massima consigliabile, potremmo dire che sarebbe utile mantenere la carica tra livelli che vanno dal 20 all'80%.

Anche le alte temperature riducono la longevità della batteria. Tenete lo smartphone lontano da fonti di calore, sia per salvaguardare la batteria sia perchè in casi estremi potrebbe addirittura esplodere. Una batteria che raggiunge o supera i 30° rischia seriamente di compromettersi irrimediabilmente.

Usare caricatori di dispositivi differenti, non crea danni. Salvo che non si usino cavi contraffatti o danneggiati ad esempio. Al massimo in alcuni casi, con il caricatore di un nostro amico, il telefono potrebbe ricaricarsi più lentamente, se per esempio ha un telefono leggermente più vecchio.

In conclusione, le moderne batterie hanno dei sistemi di protezione e sono create per resistere più a lungo rispetto alle vecchie generazioni. Le case costruttrici stanno dedicando grande attenzione a questo aspetto che negli ultimi anni era stato il neo dei telefoni di nuova generazione. Conoscere alcuni piccoli accorgimenti vi permetterà di migliorarne la durata per molti anni.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Avatrade

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19

DEMO GRATUITO