Skin ADV

Goole News: gli editori potrebbero essere pagati

Goole News: gli editori potrebbero essere pagati

Ci sarebbero delle trattative tra gli editori e Google per raggiungere un accordo al fine di offrire un servizio a pagamento

Avete presente la sezione News di Google che spessissimo consultiamo per aggiornarci su qualsiasi tipo di notizia? Sembra che Google stia pensando di proporre un pacchetto premium per le news. Infatti il Wall Street Journal ha rivelato che Alphabet, parent company di Google, starebbe cercando una soluzione per poter pagare gli editori dei contenuti di informazione. Di conseguenza di potrebbe offrire una raccolta a pagamento agli utenti più esigenti.

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

A quanto sembra le trattative tra il gigante Google e i vari editori di tutto il mondo sono appena iniziate, non c'è ancora nulla di certo sul raggiungimento di un accordo. Infatti alcune testate potrebbero preferire ancora l'abbonamento diretto.

Il WSJ ha infatti dichiarato che ancora non è stato data alcuna ufficialità all'evento in quanto i negoziati sono ancora nella fase iniziale, quasi embrionale.

"Stiamo parlando con i partner e cercando diversi modi di espandere il nostro continuo lavoro con gli editori, costruendo programmi come il nostro Google News Initiative", queste sono state comunque le parole del vicepresidente del settore News di Google, Richard Gingras.

Google News Initiative è stato lanciato da Alphabet nel 2018 con il fine di poter controllare la diffusione di fake news. Questa mossa però potrebbe essere letta anche in chiave affaristica: potrebbe essere un modo di Alphabet di fissare il proprio business che è ancora troppo dipendente dalla concessione di spazi pubblicitari.

Va da se che nell'eventualità in cui dovesse formalizzarsi il progetto, i rapporti tra Google e le varie testate giornalistiche cambierebbero. Testate che, difatti, hanno chiesto a Google di commentare il tutto, ma Google al momento si è ben riservato dal rilasciare dichiarazioni immediate.

Stando a quanto detto dal Wall Street Journal, la maggior parte degli editori con cui Google starebbe trattando si trova al di fuori degli Stati Uniti. Infatti si parla di Europa ed in particolar modo di Francia.

Google non sarebbe il primo colosso tech a lanciare un servizio news online. Anche Facebook Inc. lo scorso anno ha iniziato a sperimentare Facebook News negli Stati Uniti. Anche Apple nel 2019 ha lanciato News+, servizio a pagamento per poter accedere a 300 testate diverse.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Avatrade

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19

DEMO GRATUITO