Skin ADV

Apple dovrà risarcire 500 milioni di dollari per aver volutamente rallentato i propri dispositivi

Apple dovrà risarcire 500 milioni di dollari per aver volutamente rallentato i propri dispositivi

L'azienda di Cupertino nel 2017 era stata accusata di aver usato un software per rallentare gli iPhone. Ora la sentenza

Molti ricorderanno la vicenda che video protagonista Apple nel 2017 quando venne accusata di usare un sofware apposito per rallentare le prestazioni degli iPhone più "vecchi" al fine di portare gli utenti all'acquisto di un nuovo dispositivo. Questa manovra è costata cara all'azienda: infatti Apple dovrà sborsare 500 milioni di dollari di risarcimento.

✅ Apri una demo gratuita con AvaTrade e ricevi subito 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Vai su Avatrade.it >> Trading in sicurezza e  spread ultra bassi.

✅ Apri una demo gratuita con AvaTrade e ricevi subito 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Vai su Avatrade.it >> Trading in sicurezza e  spread ultra bassi.

A conti fatti sono "solo" 25 dollari a dispositivo, ma questa cifra potrebbe salire fino a 46 dollari in base a vari fattori e comunque ogni caso verrà valutato singolarmente. Nella migliore delle ipotesi, ovvero quella in cui il rimborso a tutti gli utenti sarà quantificato al minimo, l'azienda di Cupertino sarà tenuta a rimborsare 310 milioni di dollari. Tra l'altro Apple in questa vicenda agisce in modo abbastanza strano, perchè non ammette ufficialmente di aver adottato lo stratagemma del software per rallentare i dispositivi ma accetta di pagare pur di chiudere definitivamente la causa. 

Stando ad Apple i rallentamenti sono dovuti alle alte temperature e ad altri fattori esterni. La vicenda risale al 2017, periodo in qui Apple venne coinvolta in alcuni procedimenti giudiziari a causa di una modifica al software che, a detta dell'azienda, aveva come unico fine quello di proteggere i dispositivi dal surriscaldamento.

Chi sarà risarcito
Gli utenti che avranno diritto al risarcimento sono i proprietari statunitensi di iPhone 6, 6 Plus, 6s, 6s Plus, 7, 7 Plus ed SE con sistema operativo iOS 10.2.1 e successivi. La copertura copre anche gli altri utenti americani di iPhone 7 e 7 Plus con iOS 11.2 e versioni successive che siano stati acquistati prima del 21 dicembre 2017. Gli avvocati che hanno fatto causa ad Apple ritengono il risarcimento "equo, ragionevole ed adeguato" per i propri clienti.

Alla somma dei risarcimenti, Apple dovrà anche aggiungere la cifra per pagare gli avvocati degli utenti danneggiati che hanno mosso causa. Si parla di ulteriori 93 milioni di euro, cioè il 30% di 310 milioni. C'è poi da aggiungere 1,5 milioni di euro per le spese relative al procedimento. 
Ovviamente ci sono poi delle spese indirette, cioè i costi dovuti alla cattiva pubblicità ed anche le entrate ridotte per il cambio batteria che, dopo lo scandalo, l'azienda ha dovuto ridurre da 79 dollari a 29 dollari.

Perchè Apple rallentava i dispositivi
Fondamentalmente il fattore batteria è al centro di questa vicenda. Apple è accusata di aver rallentato appositamente le prestazioni dei propri dispositivi per compensare il degrado delle batterie che, con questo deficit tendevano a scaldare. L'azienda dichiara che è stata una scelta necessaria in quanto i dispositivi erano provvisti di un sistema di sicurezza che prevedeva lo spegnimento improvviso del telefono nel caso in cui lo stesso telefono si fosse surriscaldato.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Avatrade

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19

DEMO GRATUITO