Skin ADV

WhatsApp : +1000% videochiamate durante la quarantena. Rischio collasso

WhatsApp : +1000% videochiamate durante la quarantena. Rischio collasso

Durante il periodo di quarantena le videochiamate di gruppo, per lavoro o divertimento, sono aumentate del 1000% e la rete potrebbe non reggere. Si sta provando a incrementarla

Il coronavirus si sta rivelando una dura sfida non solo per la salute delle persone ma anche per la rete informatica di tutto il mondo a causa della proliferare delle sessioni di smart working. Whatsapp in questo momento è tra le piattaforme più usate per questo, probabilmente perchè era già tra le più diffuse, e sta contribuendo tantissimo a mantenere i contatti tra tutte le persone che non si possono incontrare.

In alcuni Paesi fortemente colpiti dal coronavirus il solo scambio di messaggi è incrementato di oltre il 50% nell'ultimo mese. Lo stesso vale anche per le chiamate vocali, per non parlare poi di quelle in video fatte su Messenger e Whatsapp che sono molto più che raddoppiate.

+1.000% le chiamate di gruppo su WhatsApp
In Italia l'incremento sembra essere davvero notevole, forse complice anche il fatto che la manifestazione del virus è stata più violenta e quindi ci si è rinchiusi in casa di più e prima. C'è stato un aumento del 70% infatti tra WhatsApp e Instagram. E se lo scambio di messaggi è aumentato di oltre il 50% un dato che è cresciuto a dismisura è quello che riguarda le videochiamate di gruppo, ovvero con oltre 3 utenti, che sono aumentate di oltre il 1.000% in 30 giorni. Ovvio che la ragione è riconducibile all'isolamento sociale a cui ci ha costretto la pandemia del coronavirus che ha portato il nostro Governo a prendere seri provvedimenti per cautelare la nostra salute e e rallentare al massimo la diffusione del virus, riducendo le uscite solo a spesa alimentare e lavoro. Quindi la lontananza sociale ha causato questo boom dell'uso delle varie app per videochiamate le quali sono però in sofferenza per gestire tutta l'enorme mole di lavoro a cui sono chiamate. Sono sovraccariche di lavoro.

Due manager di Facebook hanno spiegato come il social più famoso del mondo stai gestendo questa situazione. Nel messaggio è scritto:

"Il Covid-19 ha sconvolto la vita di oltre un miliardo di persone in tutto il mondo. In risposta a questa emergenza, abbiamo supportato la sanità pubblica a livello internazionale e ci siamo impegnati a fornire alle persone informazioni che le aiutassero a rimanere al sicuro. L'espandersi della pandemia e il fatto ceh sempre più persone stiano limitando i contatti sociali ha anche fatto sì che molte più persone utilizzino le nostre app. Gran parte dell'aumento del traffio sta avvenendo sui nostri servizi di messaggistica, ma abbiamo anche visto più persone utilizzare altri nostri prodotti, come la sezione notizie e le storie, per ricevere aggiornamenti da familiari e amici. Stiamo facendo tutto il possibile per mantenere le nostre app veloci, stabili e affidabili. I nostri servizi sono stati costruiti per resistere a picchi durante eventi come le Olimpiadi o la notte di Capodanno. Tuttavia, quelli accadono raramente e abbiamo un sacco di tempo per prepararci. La crescita dell'utilizzo di COVID-19 non ha precedenti in tutto il settore e stiamo riscontrando nuovi record di utilizzo quasi ogni giorno.

Mantenere la stabilità durante questi picchi di utilizzo è più difficile del solito ora che la maggior parte dei nostri dipendenti lavora da casa. Stiamo lavorando per mantenere le nostre app funzionanti senza problemi, dando anche la priorità a funzionalità come il nostro Centro informazioni COVID-19 su Facebook e l'avviso di salute dell'Organizzazione mondiale della sanità su WhatsApp. Stiamo monitorando attenramente i modelli di utilizzo, rendendo i nostri sistemi più efficienti e aggiungendo la capacità richiesta. Per aiutare ad alleviare la potenziale congestione della rete, stiamo rducendo temporanemente i bit rate per i video su Facebook e Instagram in determinate regiorni. Infine, stiamo conducendo test e ulteriori preparativi in modo da poter rispondere rapidamente a eventuali problemi che potrebbero sorgere con i nostri servizi".

In poche parole, i vari colossi mondiali della tecnologia e soprattutto delle piattaforme social non stanno attraversando un bel momento. Sono sotto forte stress. Per venire incontro, anche i grandi nomi dei video in streaming come Netflix e YouTube negli scorsi giorni hanno ridotto la qualità dei loro video per evitare di pesare troppo sulla linea. Proprio pochi giorni fa il CEO di Facebook, Mark Suckerberg ha dichiarato che a causa di un sovraccarico della piattaforma giorni fa alcune attività hanno subito un blocco momentaneo.

L'emergenza coronavirus non è solo pericolosa per gli esseri umani quindi, ma mette in crisi anche lo smart working, le lezioni scolastiche e i momenti di piacere che ci concediamo in queste lunghe giornate a casa. Speriamo che la situazione di sovraccarico venga risolta quanto prima dalle piattaforme per non avere un crollo della linea, che porterebbe ad esenormi problemi.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS