Borsainside.com

Nuovo accordo Mozilla-Google: il motore di ricerca resterà su Firefox fino al 2023

Nuovo accordo Mozilla-Google: il motore di ricerca resterà su Firefox fino al 2023

Chrome e Microsoft Edge mettono Mozilla in ginocchio. L'azienda accetta un accordo milionario con Google per risollevarsi

A seguito di uno dei periodi più difficili per Mozilla, è finalmente arrivata una notizia che forse consentirà alla società di risollevarsi e rilanciare la propria attività.

Negli ultimi giorni infatti è stato reso noto un accordo milionario stipulato tra Mozilla e Google. Fino al 2023 il motore di ricerca di Mountain View resterà come sistema predefinito sul browser.

Ancora prima della comunicazione ufficiale, la notizia era già stata anticipata da ZDNet, riportando quanto riferito da uno dei portavoce di Mozilla.

Stando a quanto riportato, la partnership di Mozilla con Google è ancora in corso, inoltre "Google resta il provider di ricerca predefinito su Firefox in diverse nazioni in tutto il mondo". Infine il portavoce aggiunge "Abbiamo recentemente esteso la partnership e i nostri rapporti con Google non sono destinati a cambiare".

Non vi sono certezze sulla quota che Google ha dovuto pagare per ottenere questa partnership, ma secondo alcune voci raccolte negli ambienti di Mountain View, la cifra ammonterebbe a 450 milioni di dollari. In ogni caso, per sapere con certezza il reale valore economico dell'intesa, occorrerà aspettare l'autunno.

Questo contratto rappresenta una vera e propria ancora di salvezza per l'azienda che ha prodotto il browser di Firefox.

Mozilla infatti sta attraversando un periodo parecchio buio, dovuto sia all'attuale pandemia di coronavirus, sia alla rivalità di Chrome e, più recentemente, anche di Microsoft Edge. L'azienda infatti aveva annunciato il licenziamento di 250 dipendenti, ossia circa un quarto dei suoi dipendenti totali.

A gennaio, inoltre, erano già state licenziate altre 70 persone. Ora si spera che grazie all'accordo raggiunto con Google, l'azienda sia in grado di risollevarsi.

L'obiettivo finale sembra quello di fornire nuovi prodotti ai consumatori, tutti basati su Firefox. La maggior parte delle entrate, fino ad ora, proveniva dagli sviluppatori dei motori di ricerca, i quali ovviamente puntano a vedere il proprio sistema su più browser possibili.

Tuttavia a Mozilla non sembra bastare questo nuovo accordo. A quanto pare, infatti, l'azienda sembra sia già pronta a cercare altre alternative valide, indipendenti dai motori di ricerca.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS