Cashback e i rimborsi, qual è la novità?

Cashback e i rimborsi, qual è la novità?

Forse i soldi per il cashback non bastano ma il governo ha una soluzione

Da giorni si è concluso il Cashback di Natale ma non sappiamo ancora se i circa 220 milioni di euro stanziati dal governo riusciranno a coprire tutti i rimborsi.
I dati disponibili, aggiornati a dicembre, sembrano infatti confermare che i fondi siano appena sufficienti.
I partecipanti al programma sono stati 5,8 milioni, il cashback, da quanto appreso, si aggira intorno ai 200 milioni e il rimborso, a testa, attorno ai 35-40 euro.

Risultano ancora molte le transizioni da registrare e il che richiede ancora del tempo. PagoPa ha infatti ipotizzato che potrebbero essere necessari ulteriori 10 giorni, spostando l'attesa, con buona prospettiva, al 10 gennaio. Al contempo è giusta una buona notizia per tutti coloro che hanno scaricato l'app IO per ottenere il rimborso del 10% per gli acquisti effettuati con pagamento elettronico.

Cashback di Natale e i fondi garantiti
La legge prevede che in caso di fondi insufficienti, questi verranno ricalcolati in modo proporzionale, quindi a chi ha partecipato al Cashback di Natale spetterà un rimborso minore.
Ma il viceministro dell'economia e delle finanze, Antonio Misiani, durante la trasmissione televisiva "L'Aria che Tira" su La7 ha voluto rassicurare tutti coloro che hanno usufruito del Cashback dichiarando che in caso di necessità, per tenere fede a quanto promesso, verrà effettuato un rifinanziamento.

Secondo Misiani la preminenza del governo è quella di incentivare l'utilizzo della moneta elettronica, dice infatti: "L'arretratezza italiana nell'uso della moneta elettronica costa al paese dai 10 ai 15 miliardi di euro l'anno".
Le parole del viceministro fanno inoltre ben sperare anche nella riuscita positiva del Cashback di Stato ordinario, che è semestrale e richiede almeno 50 pagamenti elettronici in sei mesi, è partito adesso e coincide con l'aumento della soglia per i pagamenti contactless.

Tutto ciò fa pensare che ci si stia avvicinando gradualmente al fine della digitalizzazione dell'economia italiana.
A tal proposito, inoltre, la Banca Italiana prevede che quest'anno i pagamenti "cashless" sorpasseranno quelli in contanti.

Cashback di Natale: i rimborsi, quando?
Questa è una bella notizia, ma lascia pensare che i tempi per i rimborsi del Cashback di Natale potrebbero così protrarsi ancora, infatti qualora i 220 milioni stanziati in un primo momento dovessero risultare insufficienti, si procederà all'emanazione di un nuovo provvedimento per rifinanziare il fondo e solo dopo si provvederà all'erogazione del rimborso, sempre ceh non si voglia optare per una soluzione alternativa che prevede un primo rimborso parziale in attesa di un successivo salvo di quando spettante.

Ciò avviene mentre gli italiani accumulano transizioni per il Cashback ordinario e cercano così di partecipare all'assegnazione del Super Cashback da 1.500 euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS