E' in arrivo il Facebook Watch? Ecco a cosa servirebbe

E' in arrivo il Facebook Watch? Ecco a cosa servirebbe
© iStockPhoto

Secondo alcune indiscrezioni Zuckerberg sarebbe intenzionato a lanciare uno smartwatch completamente dedicato alle app di messaggistica e alla salute

ll colosso americano Facebook, dopo la linea di dispositivi smart Portal, starebbe sviluppando un nuovo prodotto hardware: uno smartwatch dedicato alla messaggistica istantanea e con alcune feature dedicate alla salute.

Questa è l'indiscrezione lanciata da The Information che afferma di aver sentito parlare di un "Facebook Watch" da diversi "insiders". Non c'è stata alcuna conferma in merito da parte di Zuckerberg ma l'idea di un orologio firmato da Facebook non è affatto così remota visto che le tre app di chat più diffuse al mondo fanno capo alla stessa azienda, ovvero WhatsApp, Instagram, Facebook Messenger.

Facebook Watch: come sarà

E' chiaro che Facebook sa bene che il mercato degli smartwatch è quasi monopolio di Apple e altri produttori minori ma comunque bene radicati ed è per questo che punterebbe su chi uno smartwatch ancora non ce l'ha. E avrebbe intenzione di farlo con un prezzo molto concorrenziale, sicuramente meno dei 399 dollari necessari per acquistare la versione base di Apple Watch Series 6.

Se così fosse, tuttavia, significherebbe che Facebook andrebbe quasi in pari con i costi di produzione con un guadagno veramente risicato. Il modello di business di Facebook è risaputo: gli introiti sono quasi tutti provenienti dalla vendita di pubblicità o servizi simili e un orologio, non si presta di certo a questo tipo di business.

Ecco quindi, che non si può affatto escludere che Facebook possa decidere, pur mantenendo basso il prezzo del nuovo ipotetico device, la possibilità di usarlo per utilizzare nuovi servizi ma in abbonamento.

C'è comunque in essere un'altra ipotesi come affermato da The Information: il vero scopo dell’orologio  sarebbe quello di raccogliere ancora più dati sull’utente di Facebook al fine di rivenderli agli investitori pubblicitari che, poi, li userebbero per mostrare le loro pubblicità su dispositivi più idonei come, ad esempio, gli smartphone e i tablet. Ipotesi questa, che andrebbe incontro ad ulteriori polemiche sulla gestione della privacy, come dimostrano le vicende legate alla nuova privacy police di WhatsApp. Ma questa è un'altra storia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS