Borsainside.com

Poste Italiane: attenzione alla truffa con la finta mail!

Poste Italiane: attenzione alla truffa con la finta mail!

Alcuni malfattori si nascondono dietro all’identità di Poste Italiane con una finta email da PostePay: come difendersi!

Degli hackers hanno preso di mira nuovamente gli utenti che utilizzano una PostePay, la carta ricaricabile di Poste Italiane. Il sistema è sempre quello: l'invio da parte dei truffatori di una finta mail a nome di PostePay al fine di sottrarre illecitamente dati e soldi ai poveri malcapitati.

Si tratta di una grossa campagna di attacchi di phishing, che avrebbe mietuto diverse vittime. Questa finta comunicazione di PostePay gira ormai da diverse settimane e minaccia gli utenti di non poter più utilizzare la carta prepagata di Poste Italiane, previo l'accettazione unilaterale del servizio di PosteID abilitato per l'identità digitale SPID. Ecco, di seguito, alcuni consigli per difendersi da questi attacchi di phishing in maniera efficace.

PostePay, la finta email per sottrarre i dati

Da più di qualche settimana viene segnalata la presenza di una finta email di Poste Italiane, in particolare ai possessori di PostePay. Il contenuto della mail è molto banale ma a quanto pare efficace: se non si clicca sul link presente e non si inseriscono i propri dati, si perderà la possibiltà di utilizzare la propria carta prepagata. Di seguito riportato il testo della finta mail da cui difendersi:

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.

Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione”.

Phishing, i consigli di Poste Italiane

Poste Italiane, la società ha realizzato una apposita pagina web “Come difendersi dalle truffe online e in app” pubblicata sul proprio sito. Il rischio è quello di vedersi sottrarre i propri dati personali, che potrebbero essere utilizzati per svuotare il conto corrente o le carte PostePay.
Per difendersi, gli utenti devono ricordare che Poste Italiane e PostePay non chiedono mai i dati riservati né via email, sms, chat di social network e tantomeno operatori di call center.  Per questo motivo, è bene non cliccare mai sui link sospetti in email e SMS.

Chi ricevesse la finta email di PostePay potrà segnalare il tentativo di frode all’indirizzo [email protected] Poi, cestinare la email e cancellarla dal cestino.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS