Google Play Store: arriva la funzione per risparmiare spazio sullo smartphone

Google Play Store: arriva la funzione per risparmiare spazio sullo smartphone

Grazie all'intelligenza artificiale di Google fra poco arriverà un modo rivoluzionario di installare le applicazioni sui nostri smartphone

È una funzione di cui si sente parlare guà da alcune settimane e, a quanto sembra, è arrivato il suo momento: si tratta di "App install optimizzazion", ovvero l'installazione ottimizzata delle app su Android dal Play Store.

Ma non è come molti potrebbero pensare, ovvero che questa novità si trovi nella versione beta di Android 12 che è già in circolazione tra gli sviluppatori, ma si trova nelle versioni più recenti del Play Store, che sarebbe dalla 24.9.19-21 in poi. Ma a quanto sembra dalle prime testimonianze, nonostante alcuni utenti abbiamo aggiornato l'app all'ultima versione, solo quelli che posseggono Google Pixel riescono a sfruttare questa funzione finora e neanche tutti i possessori di Google Pixel. Quindi al momento si tratterebbe di un rollout parziale di questa nuova funzione ma che, con questi segnali, possiamo dire con buona certezza che è vicinissimo alla diffusione di massa.

App install optimization: cosa è
Tramite l'installazione ottimizzata delle app, Google non fa altro che dare la possibiltà di installare le app in modo parziale, questo sia per ridurre i tempi di installazione che per diminuire i dati consumati per effettuare il download. È una funzione che si basa sull'intelligenza artificiale "federativa". Ovvero ogni volta che un utente installa un'app Android, questa funzione inizia a studiare come l'utente usa l'app appena scaricata.

Questo permetterà di dividere l'app in diversi pacchetti in base alle funzioni più o meno usate. Quando ci saranno dati a sufficienza, quindi, ai successivi utenti che vorranno scaricare l'app, il Play Store proporrà di scaricare solo le parti "più importanti" dell'app. In un secondo momento, in base alle esigenze dell'utente, si potrà anche scaricare il resto dell'app per avere tutte le funzioni offerte.

Privacy
Questo nuovo "sviluppo" porta però alcuni dubbi riguardanti la privacy. Infatti Goggle per poter svolgere queste analisi sull'utilizzo delle app deve essere in grado si sapere cosa accade dal momento del download  e installazione di un'app e quindi deve poter osservare i comportamenti dell'utente per poter poi inviare i dati raccolti ai suoi server e poterli analizzare.

Sono dati sensibili, in alcuni casi, che potrebbero essere rivenduti per fini commerciali e per questo motivo Google provvederà alla raccolta di tali dati in modo anonimo, al fine di evitare dinamiche simili.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS