Giornata Mondiale della Password: ecco come proteggere i propri account online

Giornata Mondiale della Password: ecco come proteggere i propri account online

Attraverso queste 5 semplici regole è possibile proteggere i propri account online. Se risultano complicate, una soluzione alternativa è data da Password Manager

Ieri, 6 maggio, si è celebrato il "World Password Day", ossia la Giornata Mondiale della Password. Questa giornata è stata istituita nel 2013 da Intel con lo scopo di aumentare la consapevolezza degli utenti del Web sui temi che riguardano la sicurezza informatica.

Nonostante siano passati diversi anni, però, dal 2013 ad oggi questa consapevolezza non sembra essere cresciuta abbastanza, tanto che ancora oggi la password più diffusa sembra essere la banale sequenza "123456". La Giornata Mondiale della Password viene celebrata ogni anno nel primo giovedì di maggio e serve appunto per ricordare che la maggior parte del problema sicurezza riguarda gli utenti stessi e non le aziende.

Ma questo cosa significa? Vuol dire che se un utente decide di impostare come password (del profilo Facebook, dell'email, ecc...) la banale sequenza "123456", non c'è poi da meravigliarsi se un qualsiasi hacker, anche di basso livello, riesca a rubare tutti i dati legati all'account in questione.

Come ha spiegato la stessa società di cybersicurezza Bitdefender, però, nonostante questi continui suggerimenti, la maggior parte degli utenti (e parlimo di circa il 66%), continua a non cambiare la propria password, neanche dopo una violazione conclamata e verificata dei suoi account.

Come proteggere i profili online? 5 regole

Proteggere i propri account è quindi abbastanza facile se si seguono queste semplicissime regole:

  • la prima regola, di fondamentale importanza e che permette di ridurre al minimo il rischio di hackeraggio degli account, è quella di utilizzare sempre password diverse. Per quanto possa sembrare banale, questo in realtà è fondamentale perché se si usasse una sola password per tutti gli account, basterebbe scoprire quella per avere accesso a tutti i dati in questione;
  • la seconda regola, anch'essa molto importante e da associare alla prima, è quella di utilizzare sempre password complesse, mai troppo semplici (vedi sequenza "123456"). Ma cosa si intende per password complesse? Una password è definita complessa quando contiene almeno 8-10 caratteri, inclusi numeri, lettere sia maiuscole che minuscole e simboli speciali come un asterisco o un punto esclamativo;
  • la terza regola è quella di cambiare spesso le proprie password, anche se non c'è stata alcuna violazione. L'ideale, infatti, sarebbe cambiare tutte le proprie password almeno una volta all'anno;
  • la quarta regola per proteggere i propri dati è quella di non creare mai alcun dato, né sull'hard disk, né online su qualche spazio cloud, che contenga tutte le password per accedere ai vari account, perché va da sè che se un hacker dovesse trovare il file in questione, avrebbe poi accesso a tutti i dati;
  • la quinta e ultima regola, invece, che è più che altro un consiglio da seguire quando possibile, è quella di utilizzare l'autenticazione a due fattori, che oramai dovrebbe essere disponibile quasi sempre. Grazie a questa modalità non sarà sufficiente inserire una password per avere accesso ad un determinato account, ma dovrà essere inserito anche un ulteriore codice che verrà inviato, al momento dell'accesso, via SMS o via email. In alcuni casi, invece, al posto di un secondo codice può essere inserito un fattore biometrico, come l'impronta digitale o il volto.

In alternativa Password Manager

Se queste 5 regole appena elencate risultano difficili da attuare a causa della molteplicità di account da gestire, esiste una soluzione alternativa che è data da Password Manager. I Password Manager sono delle applicazioni che registrano in maniera automatica le nostre password e le inseriscono, quando necessario, al posto nostro.

In questo caso l'utente ne dovrebbe ricordare solo una, ossia quella dell'app stessa. Così facendo si potrebbero creare delle password complicatissime e lunghissime, poiché non occorrerebbe ricordarle dato che il Password Manager le ricorda per noi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS