Arriva la pillola contro il Covid. Ecco qual è la nuova cura antivirale annunciata da Pfizer

Arriva la pillola contro il Covid. Ecco qual è la nuova cura antivirale annunciata da Pfizer

Pfizer annuncia l'arrivo di un nuovo farmaco contro il Covid-19 da assumere per via orale. Dopo la notizia il titolo compie un balzo del +11%

È arrivato in questi giorni l'annuncio di Pfizer dell'arrivo di una nuova cura antivirale contro il Covid-19. Il nuovo farmaco che al momento sta attraversando la fase di sperimentazione, si chiamerà PAVLOVID, e prima di essere messo in commercio ha già permesso alla casa farmaceutica di conseguire utili non indifferenti grazie al balzo che il titolo ha compiuto dopo la notizia.

Secondo quanto riferiscono dalla Pfizer, stando alle analisi condotte "ad interim" della fase 2 della sperimentazione, il nuovo farmaco avrebbe permesso di ridurre "significativamente il numero di ospedalizzazioni e decessi" di "pazienti adulti non ospedalizzati con Covid, che sono ad alto rischio di progredire verso una malattia grave".

Potrebbe trattarsi quindi di una buona notizia quindi per quanti diffidano delle terapie efficaci contro il Covid attualmente conosciute, ma si tratta senza dubbio di una buona notizia per Pfizer e per i suoi azionisti visto che il solo annuncio ha permesso al titolo di compiere un balzo del +11% negli scambi pre-market di Wall Street a 48,55 dollari dai 43,85 di prima della notizia.

Stando a quanto affermato nella nota rilasciata dalla casa farmaceutica l'analisi avrebbe mostrato una riduzione "dell'89% del rischio di ospedalizzazione o morte per qualsiasi causa correlata a Covid rispetto al placebo nei pazienti trattati entro tre giorni dall'insorgenza dei sintomi".

Quanto alle tempistiche, si procede piuttosto spediti, infatti con la raccomandazione di "un comitato indipendente" e in seguito ad un consulto con la FDA (Food and Drug Administration) la Pfizer ha deciso di cessare "ulteriore iscrizione allo studio" per via della "straordinaria efficacia dimostrate in questi risultati" e quindi provvederà a presentare i dati "per l'autorizzazione all'uso di emergenza" alla FDA "il prima possibile".

La notizia è stata commentata dallo stesso Amministratore delegato di Pfizer, Albert Bourla, che ha dichiarato: "la notizia di oggi è un vero punto di svolta negli sforzi globali per fermare la devastazione di questa pandemia. Questi dati suggeriscono che il nostro farmaco antivirale orale, se approvato o autorizzato dalle autorità di regolamentazione, ha il potenziale per salvare la vita dei pazienti, ridurre la gravità delle infezioni da COVID-19 ed eliminare fino a nove ricoveri su dieci".

Dalla Pfizer fanno sapere anche che nel caso di approvazione o autorizzazione del farmaco, il PAXLOVID "sarebbe il primo antivirale orale del suo genere" e "potrebbe essere prescritto in modo più ampio come trattamento domiciliare per aiutare a ridurre la gravità della malattia, i ricoveri e i decessi, nonché ridurre la probabilità di infezione dopo l'esposizione tra gli adulti".

Secondo quanto afferma la casa farmaceutica il PAXLOVID ha dimostrato "una potente attività antivirale contro le varianti in circolazione" il che lo renderebbe adatto "come terapia per molteplici tipi di infezioni da coronavirus".

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato