Borsainside.com

Gli Stati Uniti di Joe Biden pronti ad una "competizione estrema" con la Cina di Xi Jinping

Gli Stati Uniti di Joe Biden pronti ad una

La "competizione estrema" con la Cina annunciata da Biden non sarà sulle orme della politica di Donald Trump. "Ci concentreremo sulle norme internazionali" spiega Biden

Il nuovo presidente degli Stati Uniti non tarda a mostrare i denti alla Cina di Xi Jinping, annunciando che la sua amministrazione è pronta ad una "competizione estrema" con il colosso asiatico. Un approccio simile quindi a quello di Donald Trump? Pare di no, il presidente democratico infatti indica una strada diversa da quella percorsa dal suo predecessore repubblicano.

"Non ho intenzione di fare come Trump" ha dichiarato Joe Biden nel corso di un'intervista rilasciata alla CBS e ripresa dalla CNBC "ci concentreremo sulle norme internazionali".

Non si aprirà quindi un nuovo capitolo della guerra tecnologica che abbiamo visto esplodere tra Usa e Cina durante l'amministrazione Trump con il caso Huawei, o il ban delle app social TikTok e WeChat.

"Non abbiamo bisogno di più conflitti, ma ci sarà una concorrenza estrema" ha sottolineato Biden che, come ha confermato nel corso dell'intervista, non ha ancora parlato con il presidente cinese Xi Jinping.

Il suo parere però non si può dire sia negativo. "Lo conosco abbastanza bene. È molto brillante, ma è anche molto duro, e non lo dico come una critica. È una realtà. Non ha spirito democratico" ha detto Biden che ha poi aggiunto: "combatteremo gli abusi economici della Cina". Il colosso asiatico infatti è stato descritto come il "più serio concorrente" degli Stati Uniti.

E se Biden non ha ancora parlato con Xi Jinping, il segretario di Stato Antony Blinken ha già avuto un colloquio con il suo corrispettivo cinese, Yang Jiechi, proprio lo scorso fine settimana.

Il confronto con il segretario di Stato cinese è avvenuto con una telefonata molto tesa nel corso della quale Blinken ha avvertito il diplomatico cinese che gli Stati Uniti riterranno la Cina responsabile delle sue azioni per quel che riguarda la delicata questione di Taiwan. Il segretario di Stato Usa ha anche chiesto a Pechino di condannare il recente colpo di stato militare in Myanmar.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS