Lego, bio-plastica di canna da zucchero per produrre i mattoncini del gigante danese

Sono quasi sessant’anni che il colosso danese Lego produce i mattoncini colorati coi quali i bambini giocano da generazioni, e se fino ad oggi quei mattoncini coi quali imparavamo a costruire il mondo, erano fatti di ABS, da domani potrebbero essere realizzati in bio-plastica ecologica di origine naturale.

Un’idea, quella di passare dal polietilene che è un derivato del petrolio, alla bio-plastica che risale al 2012, e cambia completamente il modo in cui l’azienda danese si pone nei confronti dell’ambiente.

Nel 2018 poi il gruppo Lego ha annunciato la decisione di optare per bio-polietilene a base di canna da zucchero come materia prima, per una gamma di elementi LEGO come foglie, cespugli e alberi, con tutto ciò che ne deriva in termini di impatto ambientale, ma anche perché sarebbe un esempio, quello dato dalla Lego, che altre aziende che operano nello stesso settore potrebbero poi imitare.

Si calcola infatti che ogni anno LEGO produca circa 60 miliardi di mattoncini, una parte dei quali, entro il 2030 verranno molto probabilmente realizzati partendo dalla canna da zucchero. Lego ritiene infatti di poter usare questi materiali per l’intera gamma di elementi in polietilene, che attualmente rappresentano circa. 1-2% di tutti gli elementi. Sono stati infatti recentemente messi a punto procedimenti innovativi attraverso i quali si sarebbe in grado di dar vita a un nuovo tipo di plastica, particolarmente robusto e adatto alle esigenze della compagnia danese.

Allan Rasmussen, Project Manager di Lego fino al 2016, ha reso noto che il nuovo materiale utilizzato dovrà necessariamente essere duraturo come quello finora utilizzato, in modo che i mattoncini possano continuare a passare di generazione in generazione come fino ad ora è stato.

Per passare dai mattoncini Lego di plastica a quello di bio-plastica, la compagnia danese dovrà sostenere un investimento milionario. La priorità dell’azienda però, fanno sapere dalla LEGO, è quella di focalizzarsi su nuovi materiali ecologici, sostenibili e biodegradabili, nell’ottica del massimo rispetto dell’ambiente.

Le ultime news su Ambiente

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.