Skin ADV

No ai test dei cosmetici sugli animali: aumentano le aziende Cruelty-free

No ai test dei cosmetici sugli animali: aumentano le aziende Cruelty-free

In Europa dal 2013 è in vigore una legge per impedire i test sugli animali. Ecco le aziende che non sono ancora Cruelty-free

Grazie alla legge entrata in vigore l' 11 marzo 2013, in Europa è stata vietata la vendita di cosmetici testati sugli animali. Qualsiasi prodotto che contenga quindi degli ingredienti testati per verificarne la tossicità, non può essere venduto in Europa.

⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, trading in sicurezza e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, trading in sicurezza e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

Inoltre è vietata la vendita di prodotti i cui ingredienti vengano testati sugli animali da terzi, quindi al di fuori dei Paesi membri. Esistono tuttavia dei Paesi in cui risulta obbligatorio effettuare questi test, e proprio questi Paesi sono spesso sede di importanti aziende che rivendono i loro prodotti in tutta Europa.

Durante la sperimentazione l'animale viene sottoposto a indicibili sofferenze che spesso si protraggono per tutta la vita dello stesso. La sperimentazione comprende test di irritazione cutanea e oculare, oltre a quelli di ingestione forzata, per studiare:

  • la dose letale per un individuo
  • la tossicità ripetuta, ossia gli effetti che si manifestano in seguito a lunghi periodi di somministrazione (a basse dosi)
  • la tossicità riproduttiva, e questo prevede studi su animali in gravidanza per verificare l'effetto sulla prole
  • la tossicocinetica, per osservare come reagiscono le cellule e gli organi al prodotto, e per studiare eventuali danni biologici

Tutto ciò continua ad avvenire nonostante siano disponibili valide alternative a questo tipo di sperimentazione, come ad esempio quella in vitro, o tramite l'utilizzo di modelli di pelle umana ricostruita, oppure ancora tramite lo sfruttamento di applicazioni informatiche.

L'organizzazione animalista PETA ha stilato una lista riguardante le aziende che non testano i propri prodotti sugli animali, che risultano essere oltre 4000.

Tra queste non sono però riportate quelle aziende che accettano di vendere i loro prodotti nei Paesi in cui la sperimentazione risulta ancora obbligatoria, come ad esempio la Cina. Alcuni dei marchi più famosi che esportano i propri prodotti a queste condizioni sono:

  • Max Factor
  • Yves Rocher
  • Avon
  • Christian Dior
  • Revlon
  • L'Oreal
  • Maybelline
  • Clinique
  • Shiseido (tranne i marchi Buxom e BareMinerals)

Date le numerose lotte contro la violenza inferta agli animali durante i vari test, ad oggi il numero delle aziende Cruelty-Free è fortunatamente in aumento, ed esse si impegnano a

  • non testare sugli animali il prodotto finito, né commissionare il lavoro a terzi
  • non testare i singoli ingredienti che formano il prodotto, né commissionare il lavoro a terzi
  • dichiarare che i test svolti sulle materie utilizzate sono antecedenti una certa data, posta a loro scelta (ad esempio, 1998).

Questo comporta l'utilizzo di ingredienti precedentemente studiati, di cui si conoscono pericoli e tossicità, senza dover ricorrere a ingredienti nuovi e quindi a ulteriori test.

Paesi che diventano Cruelty-Free

L'India sarà il primo Paese asiatico ad aderire all'iniziativa e a vietare la vendita di prodotti testati sugli animali. La responsabile della campagna Cruelty-Free di HSI India, Alokparna Sengupta, afferma che questa è una vittoria importantissima per tutti gli animali che non verranno più fatti soffrire e aggiunge: "Ringrazio le migliaia di consumatori indiani, politici e personaggi famosi che hanno contribuito a raggiungere questo divieto storico".

Anche la California si aggiunge alla lista dei Paesi Cruelty-Free grazie a una legislazione approvata dallo Stato USA che entrerà in vigore a gennaio 2020. "Questo è un sogno che si avvera", dichiara Judie Mancuso, fondatrice e presidente della Social Compassion in Legislation. "Condurre questo sforzo è il più grande successo della mia vita", continua, e lo definisce un "enorme passo avanti per l'umanità".

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Avatrade

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19

DEMO GRATUITO