Hertz ordina 100 mila auto elettriche e il valore di Tesla sale oltre 1 trilione di dollari

Hertz ordina 100 mila auto elettriche e il valore di Tesla sale oltre 1 trilione di dollari

Il valore della società di Elon Musk sale fino a superare 1 trilione di dollari dopo che la Hertz ha ordinato 100 mila veicoli elettrici

L'ordine di 100 mila veicoli elettrici arrivato dalla Hertz ha fatto schizzare alle stelle il valore della Tesla che ha raggiunto oltre 1 trilione di dollari di capitalizzazione di mercato. Il titolo della società di Elon Musk è infatti cresciuto quasi del 13% fino a 1.024 dollari ad azione nella seduta di lunedì.

La Hertz dopo aver concluso l'ordine dei 100 mila veicoli elettrici dalla società del multimiliardario sudafricano ha rilasciato un comunicato nel quale si legge: "visto l'interesse dei consumatori per i veicoli elettrici la società annuncia oggi un investimento significativo per offrire la più grande flotta di veicoli elettrici a noleggio in Nord America e una delle più grandi al mondo".

Per l'esattezza la società ha fatto un ordine iniziale per 100 mila Tesla "entro la fine del 2022", effettuando di fatto l'acquisto più significativo di sempre nel mercato delle e-car.

Per Tesla questo affare si traduce in un incasso di circa 4,2 miliardi di dollari con la previsione di consegnare i veicoli "nell'arco dei prossimi 14 mesi", il che significa che le prime berline Model 3 saranno presto disponibili per il noleggio presso le sedi di Hertz nei principali mercati statunitensi ma anche "in alcune parti d'Europa a partire dal mese di novembre".

Mark Fields, Ad di Hertz, ha poi commentato l'annuncio della compagnia relativo all'ordine delle 100 mila auto elettriche da Tesla. "Come democratizziamo l'accesso ai veicoli elettrici? Questa è una parte molto importante della nostra strategia" ha spiegato Fields, evidenziando che "Tesla è l'unico produttore in grado di produrre veicoli elettrici su larga scala".

Un progetto che bolleva in pentola già da un po' di tempo, come lo stesso Ceo ha confermato affermando che le discussioni con Musk "risalgono a diversi mesi fa, quando Knighthead e Certares stavano mettendo insieme un'offerta per l'allora fallita Hertz".

L'accordo con la compagnia di Elon Musk comunque non prevede un contratto di esclusiva, e sarebbe proprio questo uno dei punti più importanti dell'intesa tra le due società. Infatti la società di noleggio può nel frattempo acquistare auto elettriche anche da altre case automobilistiche, e lo stesso potrà fare Tesla "a condizione di disponibilità".

A tal proposito l'Ad di Hertz ha sottolineato: "vogliamo lavorare con ogni produttore per aiutarli a lanciare veicoli elettrici e guidare questo passaggio all'elettrico".

Il progetto di Hertz riguarda circa mezzo milione di auto e camion che la compagnia noleggia in tutto il mondo, e quella in cui si sta cimentando la compagnia è la prima grande iniziativa da quando è stata riscossa dalla bancarotta da Knighthead Capital Management e Certares Management.

Gli analisti di Oanda hanno rilasciato una nota che riguarda il balzo di valore per la società di Elon Musk. "C'è stato rumore a Wall Street dopo che Tesla ha raggiunto una valutazione di 1 trilione di dollari per la vendita di 100 mila veicoli a Hertz" precisano gli analisti, aggiungendo che "l'accordo da 4,2 miliardi di valore per ricavi ha portato oltre 100 miliardi di dollari la capitalizzazione di mercato di Tesla, con gli investitori che hanno votato con i loro portafogli su chi vincerà la gara dei veicoli elettrici".

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato