Da lunedì 6 dicembre chi non è vaccinato può mangiare all'aperto in bar e ristoranti? Ecco in quali casi

Da lunedì 6 dicembre chi non è vaccinato può mangiare all'aperto in bar e ristoranti? Ecco in quali casi

Dal 6 dicembre cambiano le regole e scatta il Super Green Pass. Ecco quando serve il Super Green Pass, quando basta quello 'base' e cosa si può fare senza

A partire da lunedì entra in vigore il Super Green Pass su tutto il territorio nazionale, il che significa che molte delle attività alle quali fino ad oggi era possibile accedere semplicemente facendo un tampone con esito negativo, da lunedì saranno accessibili solo a chi è guarito dal Covid-19 oppure ha fatto il vaccino.

Prima di arrivare al testo definitivo del decreto Super Green Pass erano state avanzate diverse ipotesi che, alla fine, sono state bocciate. Questo però ha causato tutta una serie di dubbi nel cittadino medio, che in alcuni casi fa confusione tra le regole e le modifiche che erano state preannunciate, e quelle che sono state poi effettivamente introdotte con il nuovo decreto.

Quali misure NON sono state introdotte con il nuovo decreto

Tra le modifiche che alla fine non sono state introdotte con il decreto Super Green Pass ricordiamo in particolare la riduzione della durata di validità del Green Pass ottenuto con test negativo.

Inizialmente infatti era stata avanzata la proposta di ridurre la validità dei Green Pass rilasciati a seguito di tampone antigenico o molecolare di 24 ore. Questa novità alla fine non è stata introdotta, quindi il green pass ottenuto con tampone continua a valere 48 ore nel caso di test antigenico, e 72 ore nel caso di test molecolare (Pcr).

Si era pensato anche di consentire l'accesso ai locali pubblici quali bar e ristoranti solo ai vaccinati, non solo per sedere ai tavoli al chiuso ma anche per i tavoli all'aperto. Anche questa proposta alla fine è stata bocciata, almeno in parte e poi vedremo perché.

Questo significa che per accedere a bar e ristoranti per consumare al bancone, oppure ai tavoli all'esterno, non serve il Green Pass, nemmeno quello 'base'. Mentre per i tavoli al chiuso, sia per bar che per ristoranti, bisogna aver completato il ciclo vaccinale (o aver fatto eventuale richiamo) da meno di 9 mesi, oppure essere guariti dal Covid-19 da meno di 6 mesi.

Super Green Pass per bar e ristoranti anche all'aperto, ecco dove

La proposta di rendere obbligatorio il Super Green Pass per accedere a bar e ristoranti sia al chiuso che all'aperto è andata in porto solo 'a metà'. Si è infatti deciso di limitare l'accesso a queste attività ai soli vaccinati nelle Regioni che si trovano in zona arancione.

Questo vuol dire che fintanto che ci si trova in zona bianca o gialla per chi non ha il Green Pass non cambia nulla per quel che riguarda la possibilità di frequentare bar e ristoranti. Senza green pass infatti si possono ancora occupare i posti all'esterno o consumare al bancone, mentre per chi usava il Green Pass 'base' qualcosa cambia sin da subito.

Chi era abituato a fare tamponi per ottenere la tessera verde e poter così continuare ad avere una vita sociale tutto sommato normale, si troverà costretto a fare il vaccino o ad abituarsi a consumare all'esterno o al bancone a partire dal 6 dicembre.

Per il momento non ci sono Regioni in zona arancione, ma non si può escludere che intorno al periodo delle festività la pressione sugli ospedali aumenti e di conseguenza vengano superate le soglie che determinano il passaggio nella fascia di rischio arancione.

Nel caso di zona rossa invece le suddette attività sarebbero nuovamente costrette a chiudere, quindi il possesso del Super Green Pass sarà irrilevante.

Dove serve il Green Pass base dal 6 dicembre

Con il decreto Super Green Pass il governo di Mario Draghi non si limita ad introdurre il cosiddetto Green Pass rafforzato, ma estende anche l'obbligo di Green Pass a nuovi ambiti. In particolare dal 6 dicembre servirà il Green Pass 'base' anche per:

  • utilizzare mezzi di trasporto pubblico locale
  • accedere ad alberghi e altre strutture ricettive

Da lunedì 6 dicembre quindi tutti coloro che si troveranno a prendere un mezzo di trasporto pubblico locale come autobus, tram, treni regionali e metropolitana, dovranno esibire in caso di controlli il Green pass 'base', cioè quello ottenuto con test antigenico o molecolare dall'esito negativo. Unici esenti dall'obbligo saranno, almeno per il momento, i giovani di età inferiore a 12 anni.

E sempre dal 6 dicembre diventa obbligatorio avere il Green Pass 'base' anche per accedere a hotel e alberghi. All'interno di queste strutture ricettive, come ricorda Federalberghi, è anche consentito l'utilizzo di tutti i servizi ivi presenti, come piscine, ristoranti e bar (sia all'aperto che al chiuso) ai possessori di Green Pass semplice.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato