Obbligo vaccinale per tutti con multe salate per i non vaccinati, il presidente Draghi ha deciso

Obbligo vaccinale per tutti con multe salate per i non vaccinati, il presidente Draghi ha deciso

La decisione sarà presa entro il 5 gennaio ma fonti del governo confermano l'obbligo vaccinale per tutti i lavoratori a partire da gennaio

Una decisione ufficiale non è stata ancora presa ma la direzione è già chiara. Il presidente del Consiglio Mario Draghi si appresta ad introdurre l'obbligo vaccinale che potrebbe essere accompagnato, secondo quanto riportato da alcuni media nazionali, dall'estensione dell'obbligo di Super Green Pass anche a tutti gli altri lavoratori.

Ne parla Affari Italiani che, citando fonti della maggioranza, assicura che la decisione è stata ormai presa e che "mercoledì 5 gennaio il governo Draghi deciderà di introdurre l'obbligo vaccinale per tutte le persone dai 18 anni in su".

Al contempo, sempre secondo la stessa fonte, il governo si appresta ad estendere ulteriormente il Super Green Pass a tutti i lavoratori, sia quelli del settore pubblico che quelli del privato.

Le recenti dichiarazioni di Fabrizio Pregliasco, membro del Comitato Tecnico Scientifico della Regione Lombardia, confermerebbero queste prospettive. "A questo punto credo che sia la decisione giusta e corretta. Il vaccino è efficace, funziona e consente anche di tenere aperte in sicurezza molte attività economiche" dice infatti l'esperto del Cts Lombardia parlando con Affari Italiani.

Con l'obbligo vaccinale scattano gli indennizzi per gli effetti avversi

Nemmeno su questo punto vi è ancora un'assoluta certezza, ma è chiaro che nel caso in cui dovesse essere introdotto un obbligo vaccinale per tutti lo Stato dovrebbe provvedere ad indennizzare i soggetti che, una volta ricevuta la somministrazione del farmaco sperimentale, dovessero manifestare effetti avversi anche gravi fino al decesso.

Una volta introdotto l'obbligo vaccinale sarà ovviamente necessario fissare un lasso di tempo sufficiente a consentire a chi avesse intenzione di ricevere la somministrazione del vaccino di avere il tempo materiale per mettersi in regola.

Per i non vaccinati multe salate sul modello austriaco

Una volta terminato il periodo transitorio per chi non avrà ricevuto ancora nemmeno una dose scatteranno le sanzioni, e queste potrebbero essere particolarmente salate.

Stando alle ipotesi attualmente al vaglio dell'esecutivo guidato da Mario Draghi le multe potrebbero essere simili a quelle che l'Austria dovrebbe introdurre a partire dal mese di febbraio, che andranno da un minimo di 600 a un massimo di 3.600 euro.

Super Green Pass per tutte le attività e lockdown per non vaccinati

Da fine gennaio quindi potremmo avere in Italia il Super Green Pass obbligatorio per qualsiasi tipo di attività, il che significa che a chi non ha ricevuto la somministrazione del vaccino anti-Covid potrebbe essere precluso l'accesso ad una lunga lista di servizi e attività pubbliche.

Secondo Affari Italiani i non vaccinati con più di 18 anni "potranno recarsi soltanto in farmacia, in ospedale o al supermercato per fare la spesa" e vengono ipotizzate anche delle restrizioni per le visite a parenti e amici, il che produrrebbe di fatto una sorta di lockdown per i non vaccinati.

Secondo Il Corriere della Sera "già il 5 gennaio potrebbe essere imposto l'obbligo vaccinale a tutti i lavoratori" ma non si parla ancora di obbligo vaccinale per l'intera popolazione, cosa su cui starebbero spingendo sia confindustria che i sindacati "ma al momento non sembra questa la strada che l'esecutivo intende percorrere" si leggeva ieri sul noto quotidiano.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato