Fondi russi alla Lega, terminato l’interrogatorio ma Savoini non risponde ai Pm

Fondi russi alla Lega, terminato l’interrogatorio ma Savoini non risponde ai Pm

Savoini indagato per corruzione internazionale si avvale della facoltà di non rispondere. Conte: "Salvini riferisca in Parlamento"

CONDIVIDI

I magistrati milanesi che indagano sui presunti fondi alla Lega provenienti da fonti russe, hanno finito di interrogare Gianluca Savoini, presidente dell’associazione Lombardia-Russia, ma lui ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Scena muta quindi per l’uomo di Salvini indagato di corruzione internazionale. Era in Russia il 18 ottobre scorso, e in base a quanto si evince dalla registrazione audio diffusa dal sito BuzzFeed News, aveva preso accordi per ricevere cospicui finanziamenti dalla Russia per la campagna elettorale delle europee della Lega.

Le attività istruttorie dovrebbero procedere ora con la convocazione di Gianluca Meranda, il legale che è uno dei due Italiani che si trovavano insieme a Savoini all’Hotel Metropol di Mosca. Non è ancora dato sapere se questo teste sarà ascoltato come persona informata dei fatti o come imputato nella vicenda.

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Guadagnare investendo da casa ? Con la rivoluzione del Social Trading vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare automaticamente dal loro portafoglio. Conto Demo gratuito per provare senza spendere 1€ Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>


Salvini non vuole parlare di soldi e non vuole commentare le “non notizie”


Si è mostrato poco incline a parlare della vicenda il vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che a chi gli chiede un parere in merito ai fatti presumibilmente accaduti risponde: “non abbiamo chiesto, né visto, né preso un euro di finanziamento dall’estero. Mi occupo di vita reale e non di spionaggio. Punto. Mi sono stufato di ripeterlo. Non intendo più parlare di soldi che non ho mai visto né chiesto. Non commento le non notizie, chi puntava su questo per metterci in difficoltà sono smentiti dai sondaggi”.

In merito alle dichiarazioni del premier Giuseppe Conte, Salvini ha detto: “non mi turba l’atteggiamento di Conte. Se uno ha la coscienza pulita è una vicenda così surreale che non sto neanche a sprecare energie mentali. Chi c’era a cena un anno e mezzo fa non sono in grado di dirlo”.

Per Conte Salvini dovrebbe riferire in Parlamento sul caso dei fondi russi. “L’Esecutivo deve trasparenza ai cittadini e quindi vanno sfruttate tutte le occasioni giuste per onorare questa linea guida” ha dichiarato il Presidente del Consiglio.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro