Borsainside.com

Presidenziali Usa 2020: ecco le prossime mosse di BIden nell'analisi di Nordea AM e le implicazioni sui mercati finanziari

Presidenziali Usa 2020: ecco le prossime mosse di BIden nell'analisi di Nordea AM e le implicazioni sui mercati finanziari

Nel programma di Biden il rilancio dell'economia Usa in ottica green e il rafforzamento delle alleanze dalla NATO agli accordi di Parigi sul clima

Non sono ancora del tutto terminati gli spogli delle schede che decreteranno il nuovo presidente degli Stati Uniti d'America, ma fin qui sembra proprio che le porte dalla Casa Bianca si apriranno per il candidato democratico Joe Biden, e a meno che non emergano clamorosi scoop riguardanti ipotetiche irregolarità nelle operazioni di voto, sarà l'ex vicepresidente di Barak Obama il vincitore.

E mentre a Biden giungono messaggi di congratulazioni da quasi tutti i Capi di Stato esteri, con l'eccezione di Vladimir Putin che ha già fatto sapere che il Cremlino attende i dati definitivi, cerchiamo di cominciare a capire quali saranno le mosse di Joe Biden da presidente degli Usa all'indomani del suo insediamento alla Casa Bianca e quali le ripercussioni sui mercati finanziari.

Per farlo ci affidiamo all'analisi di Sébastien Galy, Senior Macro Strategist di Nordea AM, che ci indicherà quali saranno le colonne portati nel programma di Joe Biden, e quali saranno le reazioni dei mercati.

Il mandato del futuro presidente degli Stati Uniti inizierà a decorrere dal 20 gennaio 2021, e già nei primi 100 giorni dell'amministrazione Biden dovrebbero essere adottate diverse misure.

Il rilancio dell'economia Usa in ottica green

Tra le prime mosse di Biden gli analisti di Nordea AM si aspettano il rilancio dell'economia Usa, e per proseguire in questa direzione un ruolo cardine lo giocherà il Public Health Advisory Committee di recente istituzione. Inoltre Joe Biden ha intenzione di ritrattare l'uscita degli Stati Uniti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il programma di Biden che si struttura sull'iniziativa Build, Back, Better prevede il potenziamento delle infrastrutture per 700 miliardi di dollari, e intende "mobilitare l'ingegno americano per costruire infrastrutture moderne e un futuro energetico equo e pulito".

I fondi che l'amministrazione Biden stanzierà in questo caso saranno destinati principalmente a vecchie opere come ponti, sui data center, e su un processo di decarbonizzazione in ottica green che porterà l'America sempre più verso le energie rinnovabili.

Verrà stanziato un altro pacchetto da 2.000 miliardi di dollari per una "rivoluzione dell'aria pulita" che punta ad una economia a stelle e strisce a zero emissioni entro il 2050.

Biden pronto a ricostruire le alleanze

Con la presidenza di Joe Biden ci si aspetta un cambio di direzione in fatto di diplomazia internazionale, con un rafforzamento delle relazioni tra Stati Uniti e Alleanza Atlantica, per cominciare, ma ci sarà anche un ritorno verso gli Accordi di Parigi sul clima ed un avvicinamento alla Cina.

Biden intende inoltre creare una commissione bi-partisan per rivedere il sistema giudiziario e incentivare un minor tasso di detenzione. Il candidato democratico ha già annunciato che lavorerà con il leader della maggioranza del Senato, Mitch McConnell per ottenere i risultati prefissati.

Quali saranno le implicazioni sui mercati finanziari?

Per gli investitori in azioni cinesi e reddito fisso, la vittoria di Joe Biden potrebbe rappresentare un elemento positivo secondo l'analisi degli esperti di Nordea AM, perché porterà alla sparizione di quel fattore di imprevedibilità che ha caratterizzato l'epoca Trump, inoltre in Renminbi cinese verrà gradualmente apprezzato. 

Il nuovo presidente dovrà anche tener conto, visto il risicato margine che gli avrebbe consegnato la vittoria, della posizione di quegli oltre 70 milioni di elettori che hanno votato per Donald Trump.

Ciò significa quindi, stando all'analisi di Nordea AM, che "le tensioni sulla Cina, e in misura minore sulla Russia, potrebbero intensificarsi, anche se non un tweet alla volta. Dato che il Renminbi è estremamente debole, le probabilità sono che la Cina permetta un apprezzamento per evitare ritorsioni coordinate".

Ci si aspetta un "rimbalzo guidato dalla Cina" che potrebbe coinvolgere la zona dell'Asia-Pacifico, "con un'attenzione particolare alla classe media e al settore informatico". Gli esperti di Nordea AM prevedono un forte impatto positivo su nuove energie e su tecnologie emergenti in quanto settori che troveranno il sostegno di iniziative UE e USA.

Non bisogna infine dimenticare però che alcune delle misure fiscali del programma di Biden potrebbero essere ostacolate nel loro iter di approvazione da un Senato a maggioranza repubblicana.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS