Gli Stati Uniti verso il default. Biden: "non garantisco che lo eviteremo" e il mondo rischia il caos

Gli Stati Uniti verso il default. Biden:

Biden preme per un aumento del tetto del debito entro la settimana. Se si supera la scadenza del 18 ottobre il default degli USA diventa più che probabile

Gli Stati Uniti sono sempre più vicini al default, ed è lo stesso presidente Joe Biden a confermarlo facendo al tempo stesso pressioni per ottenere un aumento del tetto del debito entro la fine di questa settimana.

Il presidente Usa lo ha ammesso per la prima volta affermando: "non posso garantire che lo eviteremo" dopodiché riferendosi ai Repubblicani ha parlato di un atteggiamento "pericoloso" e "incosciente" dal momento che sembrano intenzionati a non intervenire sull'aumento del tetto del debito.

"Con la loro ipocrisia stanno giocando alla roulette russa" ha detto infatti Joe Biden, sottolineando come un mancato intervento in tempi brevi possa rappresentare un serio rischio per l'intera economia americana.

Il rischio per gli Stati Uniti è quello che contro la loro economia finisca per scagliarsi un "meteorite" ha detto Biden. Si va insomma verso il default e questo sarebbe come "autoinfliggersi una ferita" capace di far "sprofondare" l'economia.

Biden spinge per un aumento del tetto del debito entro la settimana

Il presidente degli Stati Uniti chiede quindi che si intervenga aumentando il tetto del debito entro la fine della settimana. Questo dovrebbe scongiurare il rischio di arrivare troppo vicino alla scadenza del 18 ottobre, data entro la quale secondo il Tesoro Usa il rischio di default diventa più che probabile.

Se entro il 18 del mese non ci sarà stato alcun intervento in grado di scongiurare il rischio default, non vi sarà più margine di mettere in campo manovre straordinarie volte a far cassa e pagare i debiti.

Biden si rivolge ancora una volta ai Repubblicani sostenendo che "quello che stanno facendo è pericoloso e irresponsabile" e ricorda poi che aumentare il tetto del debito significa avere maggiori risorse per "pagare i vecchi debiti. Non ha nulla a che fare con le nuove spese" che sono attualmente all'esame del Congresso.

Aumentare il tetto del debito, ha spiegato ancora il presidente Usa "non ha nulla a che fare con il mio piano per le infrastrutture o la maxi manovra". Non sarebbe a rischio quindi il piano da 3.500 miliardi dell'attuale amministrazione Usa.

Un dialogo, il presidente Biden, ritiene di poterlo stabilire con il suo ex collega Mitch McConnell, leader dei Repubblicani al Senato. "Mi auguro che potremo avere una conversazione intelligente e onesta" ha detto il presidente Usa a tal proposito.

Nel frattempo le grandi banche americane si stanno preparando alle prospettive peggiori anche se ritengono più probabile che alla fine si raggiungerà un accordo sull'aumento o sulla sospensione del tetto del debito Usa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS