Google Gemini AI: Il Futuro dell’Intelligenza Artificiale Posticipato

Google Gemini AI - Borsainside.com

Google è al centro dell’attenzione da diversi mesi grazie al suo progetto di Intelligenza Artificiale rivoluzionario, Gemini AI. Questa IA, descritta come più sofisticata di Bard e pronta a competere direttamente con le ultime iterazioni di ChatGPT, avrebbe dovuto essere presentata entro la fine di novembre o all’inizio di dicembre, ma un nuovo report di The Information ha svelato che il suo debutto è stato posticipato al primo trimestre del 2024.

Gemini AI slitta al 2024

Fonti interne a Google hanno rivelato che la presentazione di Gemini AI è stata rimandata di qualche settimana, suscitando curiosità e speculazioni nell’ambiente tecnologico. Il motivo di questo ritardo non è stato chiarito nel report, ma sembra coinvolgere direttamente il coinvolgimento attivo di Sergey Brin, co-fondatore di Google, che dedica la maggior parte del suo tempo agli sviluppatori impegnati sul progetto Gemini. Questa intensa partecipazione di Brin suggerisce l’importanza strategica che Google attribuisce a questa nuova Intelligenza Artificiale.

Il fatto che Gemini AI sia ancora in fase di sviluppo, nonostante l’attenta fusione di due gruppi di ingegneri altamente qualificati di Google, è stato un elemento di sorpresa per molti osservatori del settore. Il direttore del progetto, Demis Hassabis, in precedenza si era mostrato ottimista riguardo alla collaborazione tra i due team, affermando che la fusione avrebbe portato notevoli benefici al progetto Gemini, definendolo come “il nostro Large Language Model Multimodale di nuova generazione”.

La notizia del ritardo non solo ha generato domande sullo stato attuale di sviluppo di Gemini AI, ma ha anche evidenziato l’importanza strategica che Google attribuisce a questo progetto. Il coinvolgimento diretto di figure di spicco come Sergey Brin e l’unità di ingegneri provenienti da diverse aree di expertise dimostrano l’enorme impegno che Google sta investendo nel progetto Gemini AI.

Mentre i motivi di questo ritardo non sono stati resi chiari, è evidente che Google sta lavorando incessantemente per portare alla luce un prodotto di qualità superiore, preparandosi a rivaleggiare in un panorama sempre più competitivo delle Intelligenze Artificiali avanzate.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading