Vaccino antinfluenzale, ecco a quali categorie è raccomandato e per chi sarà gratuito

In diversi Paesi del mondo gruppi di ricercatori stanno lavorando per la scoperta di un vaccino efficace contro il Coronavirus e mentre le sperimentazioni vanno avanti, gli esperti consigliano comunque di ricorrere al vaccino antinfluenzale in vista della prossima influenza stagionale.

In particolare, nella circolare del Ministero della Salute intitolata “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2020-2021”, si legge che il vaccino antinfluenzale sarà distribuito in maniera gratuita per i bambini dai 6 mesi ai 6 anni, e a tutte le persone oltre i 60 anni.

Il documento infatti spiega come “nella prossima stagione influenzale 2020/2021, non sia esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2“.

Anche per questo motivo gli esperti continuano a ribadire l’importanza del vaccino all’inizio della stagione, sottolineandone l’importanza soprattutto per le persone appartenenti a fasce d’età considerate più a rischio.

Inoltre la vaccinazione contro l’influenza risulterà di rilevante importanza nella diagnosi di potenziali casi di infezione da Covid-19, ridurrà le complicanze da influenza nei soggetti più a rischio e di conseguenza anche gli accessi al pronto soccorso.

Ecco per quali categorie il vaccino è gratuito

Nel caso dei bambini dai 6 mesi ai 6 anni, il documento spiega che è raccomandata la vaccinazione solo nel caso in cui siano presenti dei fattori di rischio.

Inoltre nella circolare si legge che per il prossimo autunno vi sarà “l’opportunità di raccomandare la vaccinazione in questa fascia d’età, anche al fine di ridurre la circolazione del virus influenzale fra gli adulti e gli anziani nell’attuale fascia pandemica”.

Per questo motivo il vaccino sarà offerto gratuitamente anche ai più piccoli. Inoltre, come ogni anno, le dosi saranno gratuite anche per tutte le categorie considerate particolarmente a rischio, come:

  • operatori sanitari;
  • malati cronici;
  • forze di pubblica sicurezza;
  • over 65.

Per la stagione 2020/2021 è però prevista una novità: “al fine di facilitare la diagnosi differenziale nelle fasce d’età di maggiore rischio di malattia grave, la vaccinazione potrà essere offerta gratuitamente nella fascia d’età 60-64 anni“.

Inoltre il Ministero della Salute ha affermato che “per quanto riguarda gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti, e gli anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza, la vaccinazione è fortemente raccomandata nella prospettiva di un’iniziativa legislativa che la renda obbligatoria“.

Tempistiche e obiettivi di copertura

Secondo il documento è consigliabile anticipare la conduzione delle campagne di vaccinazione già all’inizio di ottobre, e di offrire la possibilità di vaccinarsi ai soggetti appartenenti alle categorie sopra elencate in qualsiasi momento della stagione influenzale, quindi anche se dovessero presentarsi in ritardo rispetto alla data prevista.

Nella circolare inoltre viene spiegato che sono necessarie circa due settimane prima che la risposta immunitaria si attivi, quindi se l’obiettivo è quello di ridurre la possibilità di una co-circolazione di Sars-CoV-2 e virus influenzali, Regioni e Province Autonome devono avviare già da subito le gare per l’approvvigionamento dei vaccini antinfluenzali.

Inoltre queste dovrebbero basare le loro stime per l’acquisto sulla percentuale di “popolazione eleggibile“, e non sulle coperture raggiunte gli anni precedenti.

Nella circolare sono stati anche riportati gli obiettivi di copertura e in particolare, come target minimo ci si propone di raggiungere almeno il 75% della popolazione, mentre quello ottimale prevede il raggiungimento del 95% della popolazione.

Proprio per questo motivo, il Ministero della Salute ha raccomandato l’avvio delle campagne di sensibilizzazione e comunicazione il prima possibile, prevedendo messaggi rivolti “alla popolazione generale e altri, più specifici, per gruppi omogenei“.

Le ultime news su Ambiente

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.