Elon Musk acquista Twitter: conseguenze a livello politico, economico e finanziario

Lunedì sera, Twitter ha comunicato di aver accettato l’offerta di 44 miliardi di dollari arrivata dal CEO di Tesla, Elon Musk, per l’acquisto del 100% del gruppo.

Si tratta sicuramente di una delle notizie più importanti del settore tech degli ultimi anni, non solo per la cifra da capogiro che ha messo definitivamente la parola fine alla sfida che era sorta tra Musk e il board del celebre social network, ma anche e soprattutto per l’impatto che questa acquisizione potrebbe avere in diversi settori.

Sono in molti, infatti, a chiedersi innanzitutto come cambierà ora Twitter, dato che attualmente è nelle mani dell’uomo più ricco del mondo, e poi quali saranno le conseguenze di questa azione a livello politico, economico e finanziario.

Quali sono le conseguenze dell’acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk?

Lo stesso CEO di Tesla ha rivolto ai suoi più “duri critici” l’invito a non abbandonare il microblogging ora, proprio in nome della libertà di parola, di cui Musk si autodefinisce un assolutista. Sono in molti, infatti, ad aver dichiarato di voler abbandonare Twitter, proprio perché spaventati dalla nuova deriva che questa nuova concezione del social potrebbe comportare.

Amnesty International, proprio attraverso un tweet, è subito intervenuta per spiegare che una “libertà di parola assoluta” comporta anche alcuni rischi. Infatti secondo l’Ong, che è impegnata nella difesa dei diritti umani, una situazione di questo tipo trasformerebbe il famoso social in un luogo virtuale che potrebbe ospitare commenti violenti e discriminatori.

Trump tornerà ora su Twitter?

Nel frattempo il dibattito politico americano è concentrato su un unico punto: dopo essere stato bloccato su tutti i social in seguito all’assalto al Congresso da parte dei suoi sostenitori il 6 gennaio dello scorso anno, ora anche Donald Trump farà ritorno su Twitter?

Lo stesso presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si è detto particolarmente preoccupato da questa prospettiva. Secondo quanto riportato dai media statunitensi e dal suo entourage, infatti, il timore di Biden è che il ritorno di Trump sul social possa portare a dei nuovi disordini negli States.

Da parte sua, Trump ha fatto sapere che al momento non ha alcuna intenzione di tornare su Twitter, nonostante il suo apprezzamento personale per Elon Musk. L’ex presidente degli Stati Uniti ha poi aggiunto che per il momento ha intenziane di rimanere su Truth, il social fondato alla fine del 2021.

Le conseguenze dell’acquisto di Twitter sulle cripto

Per quanto riguarda l’aspetto economico-finanziario, poi, si è assistito anche ad un balzo di oltre il 20% del valore dei Dogecoin, ossia la criptovaluta preferita di Elon Musk.

Il settore delle monete digitali potrebbe quindi essere quello maggiormente coinvolto da questa novità. Tesla è infatti uno dei maggiori acquirenti di Bitcoin che, assieme alle altre monete virtuali, rispecchiano pienamente la filosofia adottata da Musk, ossia di un mondo senza alcun tipo di censura.

Tutto ciò porta a pensare che già nell’immediato futuro potrebbero essere introdotte delle novità per far avvicinare Twitter al mondo delle cripto.

Le ultime news su News

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.