Nuovi incentivi del Governo per i giovani | Sostegno economico e opportunità

Giovani

Il Governo ha introdotto una serie di incentivi per i giovani: quali sono le novità e le opportunità?

I giovani rappresentano un pilastro fondamentale per il progresso e la prosperità di una nazione. Sono i portatori della speranza e del futuro, coloro che plasmeranno il destino della società e contribuiranno in modo significativo allo sviluppo dell’intera nazione.

nuovi incentivi del Governo per i giovani
Ragazzi

Innanzitutto, i giovani sono catalizzatori di innovazione e creatività. Portano con loro una prospettiva fresca e nuove idee, spinti da una curiosità e da una volontà di esplorare il mondo che li circonda. Questo consente di affrontare le sfide in evoluzione e adattarsi a un mondo in continua trasformazione.

Oltre a questo, giocano un ruolo chiave nell’ambito economico: la loro partecipazione al mercato del lavoro e i loro consumi contribuiscono in modo significativo alla crescita economica. Inoltre, i giovani portano con sé una carica di energia e dinamismo che può influenzare positivamente la cultura e la società nel loro complesso.

Tuttavia, per poter sfruttare appieno il potenziale dei giovani, è fondamentale fornire loro opportunità adeguate di istruzione e formazione, oltre che il lavoro per essere cittadini attiv e, capaci di affrontare le sfide del mondo odierno.

Nuovi incentivi del Governo per i giovani: quali sono?

Il Governo ha introdotto una serie di incentivi mirati per alleviare i pesi economici che spesso gravano sui giovani, offrendo supporto in ambiti importanti come l’acquisto di una casa, l’istruzione e l’ingresso nel mondo del lavoro.

Tra gli incentivi ci sono il programma “Garanzia mutui al 100%” che offre la possibilità di accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa con una garanzia dell’80% fornita dal Fondo Consap (giovani sotto i 36 anni con un ISEE inferiore a 40.000 euro e conclusione delle transazioni entro il 31 dicembre 2023); bonus da 991,60 a 2.000 euro per coprire parte delle spese di alloggio degli studenti fuori sede (meno di 31 anni e reddito fino a 15.493,71 euro);  l’iniziativa “StudioSì” che offre un finanziamento senza interessi e garanzie fino a 50.000 euro per coloro che desiderano perseguire studi nel sud Italia; la “Carta Cultura Giovani” da 500 euro per i giovani che hanno compiuto 18 anni con ISEE inferiore ai 35.000 euro; la “Carta del Merito” da 500 euro destinata agli studenti più meritevoli.

incentivi governo per i giovani
Grafico crescita

I dati preoccupanti e gli incentivi all’assunzione

Secondo un’analisi condotta dal Sole 24 Ore, il 67% dei giovani italiani tra i 18 e i 34 anni continua a vivere con almeno un genitore. All’interno di questa percentuale, il 40% ha un lavoro (di cui il 34% impiegato con contratti a termine), il 22% è in cerca di occupazione e il 37% è impegnato negli studi.

Gli incentivi e i bonus sono importanti, ma non sufficienti a far cambiare i dati preoccupanti sull’occupazione (e tutto ciò che ne deriva). Per questo, il Governo ha pensato di  incentivare l’assunzione dei giovani sotto i 30 anni che non seguono corsi di studio o formazione da parte delle aziende: l’incentivo è pari al 60% della retribuzione mensile lorda per 12 mesi per assunzioni eseguite tra il 1° giugno e il 31 dicembre 2023.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading