La Bce mette in campo altri 500 miliardi di euro per la crisi Covid-19, 80 miliardi andranno all'Italia

La Bce mette in campo altri 500 miliardi di euro per la crisi Covid-19, 80 miliardi andranno all'Italia

Il piano di acquisto di titoli della Banca Centrale Europea andrà avanti fino a marzo 2022. Con altri 500 miliardi il Pepp arriva in tutto a 1.850 miliardi

Al termine della riunione del direttivo della Banca Centrale Europea è arrivato l'annuncio dell'incremento nell'ambito del programma di acquisto di titoli per far fronte alla crisi legata alle misure restrittive imposte per contenere il contagio da Covid-19.

I vertici della BCE hanno comunicato la decisione di aumentare l'acquisto dei titoli del Pepp di altri 500 miliardi di euro, che porta il totale fino a 1.850 miliardi. Di questi ultimi 500 miliardi al nostro Paese ne andranno circa 80 per l'acquisto di titoli italiani. È stata inoltre prorogata la scadenza del Pepp che durerà sei mesi in più rispetto a quanto previsto fino ad oggi, e terminerà a marzo 2020.

Nelle ore che hanno preceduto l'annuncio della BCE i rendimenti dei bond di tutta l'area euro erano già calati. Al momento i rendimenti dei Btp italiani sono in negativo per scadenze fino a 5 anni, mentre per quelli a 7 anni siamo intorno allo zero. Per avere un rendimento, seppur minimo, dobbiamo arrivare ai bond a 10 anni, ma si parla di uno 0,4%.

Sono ancora quelli che rendono di più, i bond italiani, e con essi i bond greci, naturalmente per quel che riguarda l'area Euro. Anche i titoli decennali del Portogallo un paio di giorni fa sono scesi in territorio negativo.

In questi giorni abbiamo anche assistito ad un rafforzamento dell'euro sul dollaro, col quale ora scambia a 1,21. Si tratta di una tendenza che va avanti almeno dal mese di maggio 2020, con qualche seppur breve intervallo. Questo andamento ha avuto inizio sostanzialmente quando hanno inziato a delinearsi le strategie europee nell'ambito della crisi economica del Coronavirus.

Le Borse hanno registrato un andamento leggermente positivo, con Londra che guadagna lo 0,6% nonostante le difficoltà legate alle difficili trattative per la Brexit, che si fanno sentire invece sulla sterline, in flessione dell'1% su euro e dollaro. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS