Draghi sostituisce il commissario straordinario all'emergenza Arcuri, al suo posto arriva il generale Figliuolo

Draghi sostituisce il commissario straordinario all'emergenza Arcuri, al suo posto arriva il generale Figliuolo

Mario Draghi prova a dare segnali di discontinuità rispetto al governo Conte bis, arriva la nomina a commissario all'emergenza per il generale Francesco Figliuolo

L'incontro a Palazzo Chigi del quale è stato protagonista l'ormai ex commissario straordinario all'emergenza Domenico Arcuri è durato circa mezz'ora, dopodiché è uscito senza rilasciare alcuna dichiarazione.

Una dichiarazione invece l'ha poi rilasciata con una nota il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e nella stessa si legge: "il presidente del Consiglio ha nominato Francesco Paolo Figliuolo nuovo commissario straordinario per l'emergenza Covid. A Domenico Arcuri i ringraziamenti del governo".

Sarebbe stato lo stesso premier a chiedere al commissario Arcuri di presentare le dimissioni, ed il motivo sarebbe da ricercare nel fatto che, essendo stato nominato per decreto, il commissario poteva essere sostituito solo con un altro decreto oppure, appunto, con le dimissioni spontanee dello stesso Arcuri.

Al posto di Domenico Arcuri arriva quindi il generale Francesco Figliuolo, che si occuperà della gestione dell'organizzazione e dell'approvvigionamento dei vaccini con deleghe amplissime che ricalcano quelle precedentemente in mano ad Arcuri. Il generale comunque conserverà ugualmente l'incarico di Comandante logistico dell'esercito italiano.

La decisione di sostituire il precedente commissario all'emergenza Covid nasce secondo quanto riportato dai maggiori media nazionali, dal bisogno di mostrare al Paese un segnale di discontinuità rispetto al precedente esecutivo da una parte, e dall'altra da quello di fugare ogni dubbio in merito al fatto che il governo Draghi farà tutto il possibile per far funzionare al meglio gli ingranaggi a cominciare dal piano vaccini.

Al commissario Arcuri viene imputata tra le altre cose l'incapacità di fare sistema, coinvolgendo poco e tardi la protezione civile e le stesse forze armate, due comparti su cui invece Mario Draghi ha già dimostrato di voler contare in modo determinante.

Con la sostituzione di Arcuri secondo Repubblica si otterrà un compattamento del governo in vista di un marzo drammatico sul fronte della pandemia. Con l'affidamento dell'incarico al generale figliuolo si dovrebbe al contempo chiudere la stagione delle "polemiche" sulla gestione dell'emergenza.

In tal senso tuttavia le uniche polemiche che verranno messe a tacere saranno solo quelle funzionali a logiche politiche che interessano molto i vari partiti e molto poco i cittadini. Mentre nulla di concreto viene fatto in ragione delle legittime e pesanti critiche nei confronti di una gestione che, al di là del cambio di facciata, continua a seguire lo stesso fallimentare paradigma. A queste ultime 'polemiche' non viene concesso neppure il debito spazio nel palinsesto dei media mainstream.

Rimosso dal suo incarico Domenico Arcuri, le reazioni del mondo politico

Tra i leader politici che chiedevano da tempo la sostituzione del commissario Arcuri troviamo in prima linea Matteo Salvini, che infatti ha esultato per questo risultato. "Rimosso il commissario Arcuri, al suo posto designato il generale di corpo d'armata Francesco Paolo Figliuolo. Grazie presidente Draghi, missione compiuta".

Evidentemente si contenta di poco ormai il leader della Lega, che considera questa una sorta di vittoria e parla di missione compiuta, quando per gli Italiani la vera missione da compiere è quella di riacquistare la propria libertà prima di tutto, e poi uscire dalla più grave crisi economica dal dopoguerra, missioni entrambe che difficilimente vedremo compiute a breve.

Anche per Matteo Renzi la sostituzione di Domenico Arcuri è una buona notizia. "La scelta del presidente Draghi di sostituire il commissario Arcuri con il generale Paolo Figliuolo, responsabile logistico dell'Esercito, va finalmente nella direzione che Italia Viva chiede da mesi. Bene! Servizi segreti, vaccini, Recovery Plan: buon lavoro al governo Draghi".

Soddisfazione per la decisione di rimuovere Arcuri dal suo incarico è stata espressa anche da Fratelli d'Italia, con Giorgia Meloni che a tal proposito ha dichiarato: "lo abbiamo detto chiaramente già durante le consultazioni, quando abbiamo consegnato al presidente Draghi un dossier con tutte le anomalie e zone d'ombra della gestione commissariale. Buon lavoro al generale Francesco Paolo Figliuolo per questo importante e delicati incarico. Le nostre idee, le nostre proposte e il nostro contributo in Parlamento sono a sua disposizione".

"Buon lavoro al nuovo commissario straordinario per l'emergenza Covid19, Generale Figliuolo, che abbiamo ascoltato in Commissione Difesa e di cui abbiamo apprezzato efficienza e capacità" ha dichiarato Roberta Pinotti, senatrice del Partito Democratico "un ringraziamento a Domenico Arcuri per il difficile lavoro svolto in questo drammatico anno".

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS