Windows 11: Nuovo Task Manager – Cos’è e come si usa

Nel nostro articolo COME TERMINARE UN PROCESSO IN WINDOWS vi abbiamo parlato del Task Manager o Gestione Attività di Windows, presente praticamente da sempre, e grazie al quale è possibile terminare i processi e svolgere altre azioni ed operazioni indispensabili, tuttavia c’è chi non sa di cosa si tratta e come si usa, quindi è bene fare un veloce ripasso prima di addentrarci sull’argomento odierno, ossia le novità introdotte in Windows 11.

Task Manager: Cos’è e quando usarlo

Come detto, il Task Manager o chiamato anche Gestione Attività, è uno strumento di Windows accessibile tramite CTRL + ALT + CANC sulla tastiera o tramite l’apposita voce nel menu a tendina con il tasto destro del mouse sulla barra delle applicazioni, grazie al quale è possibile terminare un processo, riavviare un processo, eseguire un nuovo processo, verificare quanta RAM occupa un processo ed altri parametri. Spesso viene usato per chiudere un programma bloccato, quindi arrestare processo con la forza. Se vi capita ad esempio che un software non si chiude, il Task Manager potrebbe venire in vostro aiuto.

Le novità del nuovo Task Manager di Windows 11

Ora che sapete di cosa si tratta, vediamo invece insieme quali sono le principali novità apportate di recente al Task Manager di Windows 11 mediante il rilascio della recente build del sistema operativo, disponibile per i Windows Insider, ossia gli utenti che hanno deciso di provare le novità di Windows 11 in Anteprima per contribuire con i feedback al miglioramento del sistema. Tenendo bene a mente che il nuovo Task Manager è ancora in sviluppo e che quindi la versione attuale non rappresenta la finale, a seguire vi riportiamo le migliorie e novità apportate.

La prima novità riguarda una nuova applicazione basata su elementi grafici il cui design fanno riferimento al Fluent Design, utilizzato nell’intero sistema operativo. Ciò significa che finalmente il Task Manager supporterà il tema scuro o modalità scura, rendendo gli angoli della schermata più arrotondati. Non è tutto, l’interfaccia grafica viene semplificata, le tab in alto vengono eliminate e il tutto appare più immediato e intuitivo, ordinato e accessibile.

Fin da Windows NT 4.0, il Gestore Attività ha sempre mantenuto un aspetto obsoleto, ricevendo nuove funzionalità solo con Windows 8, ma senza variare in design. Microsoft con Windows 11 ha deciso di implementare delle novità piuttosto evidenti, rendendo il Task Manager non solo visivamente accattivante e in linea con il design di Windows 11 ma dando una bella ripulita al tutto, sistemando le schede in modo appropriato.

Certo, il Task Manager di Windows non è uno strmento usato da tutti, questo è vero, ma coloro che spesso ricorrono al Gestore Attività per terminare i processi ed hanno il sistema operativo con tema Scuro troveranno sicuramente di proprio gradimento le novità menzionate, per ora accessibili solo dagli Insider ma probabilmente anche da tutti gli altri nel corso del 2022. Se volete potete diventare utenti Insider semplicemente recandovi nelle Impostazioni e cliccando su Windows Update > Windows Insider, da qui basta poi scegliere il tipo di canale a seconda di quanto spesso si desidera ricevere nuovi aggiornamenti.

Diventare utenti Insider significherà ricevere si nuovi aggiornamenti in Anteprima ma anche eventuali problemi tecnici, che verranno poi risolti con le patch successive. E’ dunque sconsigliato se volete avere un sistema operativo stabile e sicuro.

Le ultime news su Tecnologia

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.