Cosa fare se nello smartphone c'è della sabbia
Smartphone Borsainside

Nessuno sembra voler abbandonare il proprio smartphone, neanche durante una giornata in spiaggia durante le vacanze. Tra scatti fotografici in costume da bagno e veloci controlli dei social media, ci si rende conto che la spiaggia è probabilmente il luogo peggiore per portare il prezioso dispositivo: la sabbia finisce sempre all’interno del telefono.

Se la sabbia riesce ad infiltrarsi, è necessario intervenire rapidamente con una pulizia delicata per evitare danni interni. I granelli di sabbia, infatti, possono essere più pericolosi di qualsiasi altro tipo di sporco o polvere, in quanto sono più grandi e intrusivi.

Cosa fare se la sabbia è nello smartphone

Se la sabbia è riuscita a superare la superficie e ad entrare all’interno del telefono, infiltrandosi nelle porte come quella USB, quella delle cuffie o lo slot della SIM, la situazione diventa più delicata. Ecco cosa fare immediatamente:

  1. Spegnete subito lo smartphone.
  2. Scollegate qualsiasi cavo o accessorio ad esso collegato, inclusi le cuffie.
  3. Spostatevi in un luogo privo di sabbia e sporcizia.
  4. Rimuovete la cover protettiva.

Evitate di utilizzare aria compressa per soffiare via la sabbia, poiché potrebbe spingerla ancora più in profondità. Allo stesso modo, evitate l’uso di detergenti a meno che non siano specificamente indicati nel manuale del telefono, poiché le loro sostanze chimiche potrebbero danneggiare il dispositivo.

Dovrete invece utilizzare un panno delicato, morbido e pulito, come ad esempio una pezzuola in microfibra utilizzata per pulire gli occhiali. Il panno non deve avere peli o pelucchi. Inumiditelo leggermente con acqua fresca (senza farlo gocciolare).

Oltre a soffiare delicatamente sulla superficie del display, dovrete passare il panno su tutta la superficie del telefono con delicatezza. Fate attenzione particolare alle aperture come quelle delle porte USB, delle cuffie o dello slot SIM, cercando di catturare ogni granello di sabbia presente per evitare che ostruisca le porte o si infili all’interno del telefono in futuro.

Fate una seconda passata con un panno pulito (che dovrà essere stato pulito dopo la prima passata, altrimenti la sabbia potrebbe tornare), per assicurarvi di rimuovere ogni residuo di sporco. Pulite anche accuratamente la cover protettiva prima di rimetterla al suo posto. A seconda del materiale della cover, potreste anche lavarla sotto acqua corrente, ma assicuratevi che si asciughi completamente prima di rimetterla sul telefono.

La sabbia è un nemico per i componenti interni del telefono, ma se si interviene tempestivamente non dovrebbe causare danni significativi. In un luogo pulito, controllate attentamente che non ci siano più granelli di sabbia visibili (la loro dimensione li rende abbastanza visibili ad occhio nudo) e poi provate a riaccendere il telefono.

Sabbia solo sul display: come evitare graffi

Il primo consiglio generale per chiunque porti il telefono al mare è quello di procurarsi una sacca protettiva o una buona custodia impermeabile. Nonostante il loro costo relativamente basso, tra i 10 e i 20 euro, queste protezioni possono evitare danni a dispositivi che valgono molto di più. È sicuramente un investimento conveniente.

Quando si acquista una custodia impermeabile, è importante prestare attenzione alle sigle che indicano il tipo di protezione. Dopo la sigla “IP”, ci sono due numeri: il primo indica la resistenza alla sabbia e alla polvere, mentre il secondo si riferisce alla resistenza all’acqua. È consigliabile optare per una cover con protezione IP68, che è una delle più elevate per entrambe le categorie, evitando quelle con una “X” al posto del primo numero, poiché non offrono una protezione adeguata contro la sabbia.

Tuttavia, anche con l’uso di custodie protettive, potrebbe comunque infiltrarsi della sabbia. Se la sabbia si trova solo sullo schermo del telefono, è pericolosa perché può facilmente causare graffi. I graffi si verificano quando un corpo estraneo di grandi dimensioni, come un granello di sabbia, viene trascinato sullo schermo.

Per prima cosa, evitate di sfregare lo schermo in modo improvvisato, poiché la sabbia potrebbe creare solchi permanenti. Iniziate soffiando delicatamente sullo schermo o utilizzando un getto d’aria molto debole (non utilizzate aria compressa, poiché potrebbe causare danni).

Successivamente, pulite lo schermo con un panno o una salvietta pulita, preferibilmente in microfibra. Assicuratevi di effettuare movimenti delicati e controllate la superficie sotto una luce intensa per individuare eventuali piccoli granelli di sabbia rimasti. Inoltre, considerate l’utilizzo di pellicole protettive per lo schermo per una maggiore sicurezza.

Se siete appassionati del mare e trascorrete spesso del tempo in spiaggia, potrebbe essere interessante acquistare un “Rugged Phone” come secondo dispositivo da utilizzare esclusivamente durante le giornate al mare. Gli smartphone rugged sono progettati per resistere agli urti e offrono una maggiore protezione contro polvere, acqua e sabbia.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.