Superluna rosa: martedi 27 aprile. Come e quando vederla meglio

Superluna rosa: martedi 27 aprile. Come e quando vederla meglio

Vediamo come osservare e goderci al meglio questo affascinante fenomeno della Luna

La prima superluna del 2021 sta arrivando e sarà uno spettacolo alquanto suggestivo. È stata ribattezzata la superluna rosa per via della fioritura del "muschio rosa" negli Stati Uniti. Martedi 27 aprile 2021 la Luna sarà visibile in cielo mentre ci regalerà il suo spettacolo grazie alla concomitanza di due fattori, vale a dire la ridotta distanza dalla Terra e il plenilunio, ovvero la fase in cui l'emisfero della Luna che è illuminato dal sole è completamente visibile dal nostro pianeta.

Cosa è la superluna
Il momento in cui la Luna sarà più vicina alla Terra, detto perigeo, sarà alle 17:25 del 27 aprile, ovvero oggi, ed il momento migliore per osservarla in tutto il suo fascino sarà il tramonto, meteo permettendo. La Luna ci apparirà più grande del 7% circa. Per vedere la superluna più super di tutto il 2021 dovremo invece attendere il mese prossimo.

Come vedere meglio la superluna rosa
I consigli ci vengono dati direttamente dall'atrofisico Gianluca Masi che ha dichiarato all'Ansa: "Consiglio di osservare il nostro satellite al crepuscolo, perchè è molto suggestiva la visione della Luna piena che sore al calar del Sole, in direzione opposta alla nostra stella. La ragione è che la luce residua del crepuscolo permette di godere anche della visione del contesto terrestre circostante, con il nostro satellite che sorge alle spalle di paesaggi naturali o celebri monumenti. In piena notte invece il bagliore della Luna piena è tale che tutto il resto scompare".

Quanto osservare la superluna
L'astrofisico ha poi aggiunto: "quando la Luna è all'orizzone, mentre sorge o tramonta, abbiamo l'illusione che sia più grande perchè posizionata così in basso è spontaneamente in linea con gli elementi terrestri in primo piano, e propone al cervello quasi un paragone dimensionale, un riflesso inconsizionato che ne esalta la grandezza".

Inoltre, Gianluca Masi, nelle sue dichiarazioni all'Ansa ha aggiunto: "Al contrario quando il satellite è in alto in cielo, si trova isolato nel vuoto apparente dello spazio, senza la vicinanza di altri elementi con i quali confrontarne le dimensioni". Quindi, il motivo per cui abbiamo l'impressione di vedere una Luna più grande o più piccola è dovuto al fatto che quando si trova all'orizzonte il nostro cervello in automatico la confronta con i palazzi e tutto ciò che compone il nostro paesaggio. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato