Asta Btp del 13 dicembre: come comprarli e cosa è meglio sapere prima di partecipare

Asta Btp 13 dicembre: come comprare e cosa bisogna sapere - BorsaInside.com

Il prossimo 13 dicembre, il Ministero dell’Economia e delle Finanze terrà un’asta di Buoni del Tesoro Poliennali (Btp) con l’obiettivo di emettere Titoli di Stato a medio-lungo termine per un massimo di 6 miliardi di euro.

Questa emissione comprenderà due opzioni: Btp a 3 anni con scadenza il 15 settembre 2026 e cedola annuale al 3,85%, e Btp a 7 anni con scadenza il 15 novembre 2030 e cedola annuale al 4,00%. Vediamo nel dettaglio come partecipare a questa interessante opportunità finanziaria.

Cosa è importante sapere sull’asta Btp del 12 dicembre

La prossima emissione di Btp si concentrerà su due scadenze specifiche: una a tre e una a sette anni. La prima, con un’offerta compresa tra 2,5 e 3 miliardi di euro, giungerà a scadenza il 15 settembre 2026.

La seconda, anch’essa nell’intervallo di 2,5-3 miliardi di euro, avrà termine il 15 novembre 2030. Per sottoscrivere questi nuovi titoli, è fondamentale rispettare le seguenti tempistiche: la prenotazione dovrà essere effettuata entro il 12 dicembre 2023, mentre la presentazione delle domande in asta entro le ore 11 del 13 dicembre 2023. Qualora si volesse partecipare all’asta supplementare, la richiesta dovrà essere inoltrata entro le ore 15.30 del 14 dicembre 2023.

I Buoni del Tesoro Poliennali rappresentano titoli di debito a medio-lungo termine emessi dal Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Riguardo al Btp a 3 anni (ISIN IT0005556011), caratterizzato da una cedola annuale del 3,85%, il pagamento della cedola avverrà il 15 marzo 2024.

L’importo minimo per la sottoscrizione è di 2.500 euro, mentre il massimo raggiunge i 3.000 euro. Per quanto riguarda il Btp a 7 anni (ISIN IT0005561888), con una cedola annuale del 4,00%, la data di pagamento è fissata per il 15 maggio 2024.

Leggi anche: Investire in borsa: come è andata a novembre 2023? Ftse Mib Top con le large cap

Collocamento dei Btp: come funziona l’asta marginale

I Btp saranno collocati mediante il meccanismo dell’asta marginale. Questo implica che tutte le richieste verranno aggiudicate allo stesso prezzo, denominato marginale. Ogni operatore può presentare fino a cinque offerte, ciascuna con un prezzo diverso, purché la cifra non superi i 500mila euro di capitale nominale.

Offerte con prezzo inferiore non saranno considerate. Le variazioni dei prezzi possono essere pari a un centesimo di euro, e eventuali modifiche con importi differenti saranno arrotondate per eccesso. Il taglio minimo di partecipazione è di mille euro. Per partecipare, è necessario presentare la domanda entro i termini indicati, tramite richiesta telematica inviata alla Banca d’Italia attraverso la rete nazionale interbancaria.

L’asta del 13 dicembre quindi offre un’opportunità unica per investire in Titoli di Stato a medio-lungo termine. Seguire attentamente le tempistiche e comprendere il funzionamento del collocamento può garantire una partecipazione efficace e informata. Non perdere l’occasione di approfondire la tua conoscenza finanziaria e considerare attentamente l’inserimento di Btp nel tuo portafoglio.

Leggi anche: Meglio investire in azioni o obbligazioni nel 2024? Strategia di trading

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading